[15/05/2006] Energia

Al via il primo meeting sull´accordo di Montreal

ROMA. Si apre oggi a Bonn, per concludersi giovedì 25 maggio, il primo meeting del Monteal Action Plan, ovvero l’incontro degli Stati per dare seguito al piano d’azione concordato a Montreal sul clima. Il Wwf, che parteciperà al vertice, interviene per ribadire che a Bonn sarà necessario «delineare il futuro, quel che occorre fare per dare continuità al protocollo di Kyoto e arrivare a quei tagli davvero incisivi delle emissioni di anidride carbonica che soli possono farci sperare di poter rallentare e fermare il fenomeno dei mutamenti climatici».

«Gli scienziati – prosegue il Wwf – ci dicono che ci stiamo rapidamente avvicinando ai tempi limite per agire. Per mantenere l’aumento medio della temperatura globale al di sotto dei 2° C entro il 2050 le emissioni globali di gas serra devono essere del 40-45% al di sotto dei livelli del 1990». Ciò significa, secondo quanto afferma il Wwf, che i paesi sviluppati devono ridurre le proprie emissioni tra il 30 e il 35% al di sotto dei livelli del 1990 entro il 2020. I paesi in via di rapido sviluppo, invece, possono continuare a crescere sino al 2010, stabilizzarsi fino 2020, dopo di che procedere ridurre una sostanziale riduzione.

Per raggiungere questi obiettivi il Wwf sostiene che «l’attuale sistema basato sui combustibili fossili deve essere trasformato completamente in un sistema molto efficiente dal punto di vista energetico che usa risorse e tecnologie a bassa emissione di carbonio».

Torna all'archivio