[04/03/2009] Comunicati

Ambiente s.c. capofila di un progetto nazionale per promuovere il benessere sul luogo di lavoro

LIVORNO: E’ in fase di avvio il progetto “Dalla valutazione dei rischi psicosociali alla promozione del benessere organizzativo (Airbag)”, presentato da ambiente s.c. e inserito al primo posto nella graduatoria nazionale dei progetti di studio e intervento, finanziati dal ministero del Lavoro e finalizzati alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori.

Saranno più di 50 le aziende, sul territorio di quattro regioni italiane (Piemonte, Toscana, Campania, Sicilia) che saranno coinvolte nella sperimentazione del progetto di promozione del benessere sul lavoro. La complessità del progetto sarà affrontata da un team di molteplici figure professionali: sociologi, psicologi sociali e di comunità, esperti in formazione e prevenzione dei rischi sui luoghi di lavoro, consulenti in materia sindacale, legale, medico-legale.

Obiettivo che si pone il progetto Aibag è quello di realizzare una ricerca-intervento che intende rilevare la percezione del clima organizzativo e dei rischi psicosociali sul luogo di lavoro, nel favorire un processo di acquisizione di consapevolezza e di attivazione di risorse individuali e di gruppo per affrontare i fattori di rischio e – allo stesso tempo – promuovere benessere e salute, come indica la Carta di Ottawa. Anche nel nostro Paese, d’altronde, con il D.Lgs. n. 81 del 9 Aprile 2008, noto come Testo Unico in materia di sicurezza sul lavoro, si richiede alle imprese di valutare la presenza di rischi psicosociali in azienda e di salvaguardare il benessere dei lavoratori. Le imprese, infatti, entro il prossimo 16 Maggio dovranno aggiornare e integrare in questo senso il proprio Documento di valutazione dei rischi sul lavoro.

A conclusione di questo complesso progetto – che intende, da una parte promuovere una riflessione tra i vari livelli aziendali sui rischi psicosociali e il benessere organizzativo, dall’altra formare risorse umane interne in grado di prevenire, nei rispettivi contesti lavorativi, i fattori di rischio – saranno promossi due cicli di seminari finalizzati alla diffusione dei risultati del progetto e la socializzazione del Kit del benessere, ovvero dei principali risultati emersi nell’elaborazione del Training Group.

Il progetto AIRBAG coinvolge numerosi e autorevoli partner toscani. ambiente s.c., soggetto capofila, si troverà a collaborare con Fondazione Istituto Andrea Devoto, IRES Toscana, Consorzio Pegaso-Network della Cooperazione sociale toscana. Il progetto, inoltre, sarà sostenuto da Legacoop Toscana, Assessorato al Diritto alla Salute della Regione Toscana e CGIL Toscana. Sul territorio nazionale, infine, saranno soggetti sostenitori Legacoop Campania e Legacoop Sociali Sicilia.

Torna all'archivio