[06/05/2009] Energia

Angola: energia idroelettrica per produrre alluminio per la Norvegia

LIVORNO. Il governo dell’Angola e la società norvegese Hydro Aluminum hanno firmato un protocollo d’intesa per la cooperazione nel settore della produzione elettrica. Dopo la firma dell’accordo il ministro dell’energia dell’Angola, Manuela Vieira Lopes, ha detto alla stampa di Luanda che questo «permetterà di dinamizzare la produzione di elettricità e la produzione di alluminio in Angola. L’accordo prevede la messa in opera di un progetto integrato per una centrale idroelettrica con una capacità tra i 750 e i 1.000 megawatt e di linee di distribuzione elettrica».

Insomma, i norvegesi estrarranno una risorsa come l’alluminio utilizzando una risorsa naturale come l’acqua. Secondo la Vieira Lopes le alternative non ci sono: «Il tasso di crescita elevato che l’Angola ha conosciuto in questi ultimi anni esige un forte aumento della capacità di produzione di elettricità. Lo sviluppo dell’energia idraulica è un modo ideale per l’Angola di attenuare la sua penuria di elettricità. Gli studi di fattibilità per la costruzione della centrale idraulica Mean Kwanza nel bacino fluviale di Keve sono stati avviati».

Per Hydro Aluminium il protocollo d’intesa è stato firmato dal vice-presidente Arvid Moss (nella foto col ministro angolano), che ha detto che l’impresa norvegese «Ha cento anni di esperienza nella produzione di energia elettrica e 50 anni in quella dell’alluminio, motivo che ci porta a credere che l´Angola stia facendo un forte partenariato. Sappiamo quali siano le condizioni di questo Paese e che possiamo fare un accordo con ogni possibilità di successo. Devo anche dire che il governo della Norvegia sostiene il lavoro di tutte le società norvegesi in Angola».

La Hydro Aluminium aveva già presentato nel novembre 2005 al governo di Luanda un progetto integrato che comprende la costruzione di una centrale idroelettrica, le linee di trasmissione, la produzione di energia, una fabbrica di alluminio, e la valutazione della disponibilità di gas naturale».

Torna all'archivio