[22/06/2006] Consumo

Diminuisce l’uso di fertilizzanti in agricoltura

ROMA. L’Istat ha reso noto lo studio «La distribuzione per uso agricolo dei fertilizzanti principali risultati» ed i dati ci dicono che nel 2005 si interrompe la crescita dei fertilizzanti per uso agricolo. Rispetto al 2004 c’è un - 4,8% dei formulati distribuiti, scesi da 53,6 a 51,0 milioni di quintali. L’immissione dei concimi cala del 7,2% (3,1 milioni di quintali), mentre aumentano correttivi ed ammendanti, rispettivamente, di 0,3 e 0,2 milioni di quintali. Aumenta da 6,7 a 7,4 milioni di quintali (+ 10,2%) la distribuzione dei fertilizzanti consentiti per l´agricoltura biologica, soprattutto gli ammendanti che crescono del 29% (+ 0,8 milioni di quintali).

Dai dati si percepisce che l’entrata in vigore della nuova politica agricola comunitaria comincia ad avere effetto sulla distribuzione e l’impiego dei fertilizzanti. Gli elementi nutritivi apportati dai fertilizzanti si riducono da 26,0 a 24,9 milioni di quintali (- 4,3%) mentre la concentrazione sale appena, dal 48,5 al 48,7% In Italia il 59,5% della distribuzione di fertilizzanti si concentra nel nord, il 15,3% al centro e il 25,2% al sud. Le regioni che distribuiscono più fertilizzanti sono Veneto (17,1%) e Lombardia (16,8%). Ben lontani dalla Toscana al 7,9% e dalla Puglia che è al 4,7%.



Nella sezione documenti del nostro giornale lo studio Istat consultabile e scaricabile

Torna all'archivio