[27/07/2006] Rifiuti

Ghelardini (Rea): «Presto a Scapigliato sorveglianza anche di notte»

ROSIGNANO MARITTIMO (Livorno). «La nostra area impianti ha sempre avuto porte aperte per i cittadini. Mercoledì prossimo comunque incontreremo i rappresentanti dei comitati, per un sopralluogo nei nostri impianti». Così Fabio Ghelardini, presidente della Rea (Rosignano energia ambiente) si esprime all’indomani della petizione con la quale i comitati chiedono l’accertamento dell’eventuale tossicità dei fumi sprigionatisi dopo l’incendio della discarica di Scapigliato. «Penso sia diritto sacrosanto dei cittadini avere queste rassicurazioni – dice Ghelardini – ed è giusto che si rivolgano all’Arpat ed alla Azienda sanitaria locale. Su questo non posso esprimermi: al massimo, rilevo che l’incendio è stato un fenomeno limitato nel tempo, quando invece molti tipi di inquinanti si diffondono assai più a lungo nell’ambiente. Proprio davanti alla discarica, la strada statale 206 è un esempio di questo…»

«Ai comitati – prosegue il presidente della Rea – cercheremo di mostrare che la gestione di questi impianti è una gestione attenta e seria. Quanto alle cause dell’incendio, a posteriori è difficile stabilirle. Adesso il sito colpito dalle fiamme è bonificato e risanato. L’ipotesi avanzata dai vigili del fuoco è che si sia trattato di un processo di autocombustione, ma la prova non c’è e neppure credo che l’avremo mai».

Ghelardini annuncia anche una novità a partire dalle prime settimane del mese di agosto, ovvero l’introduzione di un servizio di guardiania che sorveglierà l’area impiantistica di Scapigliato 24 ore su 24: «Ci stavamo pensando da tempo, adesso possiamo dirlo: dal 7 agosto ci sarà un guardiano e verranno stabiliti anche dei turni di reperibilità notturna da parte del personale che potrà essere immediatamente avvertito in caso di problemi. Stiamo anche pensando all’’installazione di rilevatori di calore che il sorvegliante potrà controllare a distanza. E’ la dimostrazione della nostra volontà di investire nella buona gestione degli impianti, per garantire il massimo della sicurezza possibile».

Torna all'archivio