[14/12/2006] Comunicati

Vantaggi economici e d’immagine dalle certificazioni ambientali

TAVARNELLE VAL DI PESA (Firenze) – Nel seminario dedicato ai vantaggi competitivi delle certificazioni ambientali, organizzato da DREAm Italia e Ambiente sc a Tavarnelle Val di Pesa, in collaborazione con Mps banca per l’impresa, Legacoop agroalimentare e le Chiantigiane, si è discusso dei benefici economici, sociali, ambientali e di immagine per le aziende e i territori che ottengono la certificazione ambientale.

«Sono sempre di più le aziende e gli enti pubblici in Toscana – ha detto il presidente di DREAm Italia Rodolfo Fornaciai – che si affidano alle certificazioni ambientali per compiere un ulteriore salto di qualità e di competitività. Cresce la sensibilità delle nostre aziende e con la certificazione l’azienda si da un protocollo di qualità che ha benefici immediati».

Nel convegno sono stati sottolineati i vantaggi della certificazione per la salute, la sicurezza e i diritti dei lavoratori e benefici per l’ambiente, la biodiversità, la protezione di specie e habitat in pericolo. Ma i guadagni sono anche economici con la differenziazione del prodotto, le agevolazioni di accesso al mercato e alle nuove risorse economiche, finanziamenti ed investimenti. Senza contare il valore economico aggiunto per un prodotto realizzato con procedure ecocompatibili ed il miglioramento dell’immagine sul mercato.

Anche per questo è stata creata la “rete delle certificazioni”: «Nasce dalla collaborazione di DREAm Italia – spiega Fornaciai – con la società Ambiente, la Icila (certificazioni arredamento e legno) e la Eco Business Consulting. Si tratta di quattro realtà che da oggi sono in grado di offrire un pacchetto integrato di servizi in tema ambientale, dalla parte progettuale fino alla consulenza ambientale. In pratica basta rivolgersi ad uno soltanto dei partner coinvolti, per conoscere i servizi e le possibilità offerte dagli altri protagonisti del settore, così da incorrere in una minore burocrazia, con risparmi economici e minor perdita di tempo».

Il seminario ha fatto il punto sugli strumenti di certificazione in Toscana in particolare per le certificazioni Iso (International standard organization). La Iso 9001:2000 per la qualità nel 2005 ha avuto un aumento del 18% con 776mila certificazioni in 161 Paesi; mentre per la ISO 14001 per l’ambiente è cresciuta del 24%, con 111mila certificazioni in 138 Paesi. Hanno sempre maggiore diffusione anche la Registrazione Emas per l’ambiente e la SA8000 sulla responsabilità sociale, e crescono anche le certificazioni forestali di gestione e rintracciabilità di prodotto e tracciabilità di filiera e per la sicurezza.

Torna all'archivio