[14/12/2006] Rifiuti

Ma le previsioni Comieco per il Natale sono... una valanga di rifiuti

LIVORNO. Forse sarà un Natale senza neve, ma produrrà comunque una valanga di rifiuti, basta pensare alle confezioni di panettoni e pandori che verranno consumati tra la vigili e Befana e dei 24 milioni di giocattoli che verranno regalati; «dalla raccolta delle confezioni – spiega il Consorzio per il recupero e il riciclo di imballaggi a base di Cellulosica (Comieco) – si potrebbero ottenere quasi 20 mila tonnellate di cartone da riciclare».

Secondo l’Istat 17 milioni di famiglie italiane durante le festività natalizie consumano ognuna 3,9 kg di panettone e pandoro, pari a 85 milioni all’anno, mentre gli 8 milioni di bimbi italiani sotto i 12 anni ricevono da Babbo Natale in media 3 giocattoli a testa.

Secondo Comieco «se ogni famiglia separasse dai rifiuti domestici e riciclasse tutti i contenitori di cartone di panettoni, pandori, bambole e robot si avrebbe una raccolta di 19.800 tonnellate. Questa cifra è addirittura superiore alla raccolta di due mesi dell’intera regione del Lazio (9.583 tonnellate) e alla somma della raccolta di due città come Firenze e Milano (9.620 tonnellate), ai primi posti nella classifica a livello nazionale».

Un mare di carta, cartone e cartoncino che «se separati dal resto dei rifiuti e riciclati sono una ricchezza molto importante. A Natale, oltre che più buoni, con poco si può diventare anche più bravi – ricorda Comieco - anche le confezioni nelle quali sono conservati regali di Natale e dolci natalizi sono preziose».

Torna all'archivio