[15/12/2006] Energia

«Tariffe più basse per gli hotel che riducono i rifiuti e rimborsi per chi risparmia energia»

RICCIONE (Rimini) - Dal Meeting 2006 di Legambiente Turismo svolto a Riccione sono emersi buoni auspici per il turismo e nuove proposte per il 2007. Erano presenti all´incontro i responsabili dei vari progetti locali del marchio di qualità nazionale di Legambiente per le strutture ricettive che hanno esaminato la situazione del settore e avanzato le nuove proposte per la prossima stagione. Erano presenti i responsabili degli oltre 30 progetti locali dell´iniziativa partita (dopo l’esperimento nell’Arcipelago Toscano di “Elbambiente” del 1994/95) proprio da Riccione ormai 10 anni fa e che ora è l´etichetta ecologica (ecolabel) più diffusa in Italia, con oltre 300 aderenti fra alberghi, camping, agriturismi e le altre forme di ospitalità per un totale di circa 50.000 posti letto e oltre 4 milioni di presenze e livello nazionale.

«Il 2006 è stato un buon anno per il turismo – ha detto aprendo i lavori Luigi Rambelli, presidente nazionale dell´Associazione – ma è bene non farsi illusioni, anche perchè parte dei risultati positivi sono dovuti a fattori difficilmente replicabili ogni anno. E´ quindi necessario continuare il lavoro per aumentare la qualità della ricettività turistica, delle città e del territorio; dedicare attenzione alla tutela delle acque dei fiumi e del mare, bloccare la cementificazione delle coste, migliorare la vivibilità del soggiorno, riuscire ad avere servizi ferroviari decenti in grado di alleviare la pressione del traffico, dello smog e del rumore».

Tra le varie proposte scaturite dal dibattito, animato dai rappresentanti degli albergatori sono emerse le nuove iniziative che figurano nei programmi di Legambiente Turismo per il 2007, presentate da alcuni esperti ed invitati. Si tratta di accordi quadro che verranno proposti in tutte le regioni e che riguardano i riconoscimenti (anche economici) delle buone pratiche attivate. In particolare anche con la collaborazione di Jacopo Fo, da tempo importante partner di Legambiente Turismo con la sua rete, sono state definite
nuove iniziative per il settore energetico (razionalizzazione e produzione da fonti rinnovabili) per il quale si profila la possibilità di nuovi accordi per accedere ai fondi per il risparmio e l´installazione per il fotovoltaico. L´intervento di Amaducci dirigente di Hera spa della multiutility si è occupato delle possibilità di accordi con
Legambiente per pervenire ad un miglior sistema di raccolta e all´introduzione di tariffe più basse per gli esercizi che applicano gli adempimenti previsti dai progetti per l´effettiva riduzione dei rifiuti e la raccolta differenziata.

Torna all'archivio