[18/12/2006] Comunicati

Casalinghe disperate? No, ecologiste!

FIRENZE. Nella famosa serie tv le casalinghe sono disperate. Da oggi in Toscana potrebbero invece diventare ecologiste. Grazie all´alleanza tra Regione e Federcasalinghe per il risparmio energetico, l’ecoefficienza e la riduzione dei rifiuti.
«La casa, centro di tante attività quotidiane – ha detto l´assessore all´ambiente Marino Artusa - è un punto nevralgico per mettere in pratica comportamenti virtuosi e ottenere rilevanti risultati concreti in termini di diminuzione dei consumi di acqua e di energia, di riduzione della produzione di rifiuti, di aumento della raccolta differenziata e di recupero e riutilizzo dei materiali riciclabili. L´alleanza tra ambiente e casalinghe è un percorso innovativo e di assoluto interesse che potrà consentire importanti passi avanti in questa direzione».

L’accordo è arrivato al termine dell´incontro tra l´assessore Artusa e Lucia Franchini, consigliere regionale e rappresentante dell´Associazione Federcasalinghe, insieme ai responsabili regionali dei settori rifiuti, energia, risorse idriche e sostenibilità.
Scopo della riunione era anche la definizione delle condizioni per un possibile provvedimento legislativo che consenta di predisporre campagne informative e formative finalizzate a coniugare la sicurezza in ambiente domestico e la diffusione degli interventi di ecoefficienza.

«Dobbiamo attivare - ha aggiunto l´assessore Artusa - degli strumenti di informazione capillare di facile accesso a tutti, ad esempio uno sportello per la sostenibilità e l´ecoefficienza con un consulente a disposizione dei cittadini, per far crescere una cultura della sicurezza e del risparmio energetico e idrico».

Torna all'archivio