[09/03/2007] Parchi

Ostellino neo presidente dell’Associazione dei direttori dei parchi

LIVORNO. L´Associazione italiana direttori aree protette (Aidap) è nata nel 1990 per essere un momento di incontro e scambio fra i professionisti impegnati nelle aree protette e più in generale nella gestione delle aree ambientalmente sensibili come le riserve e le aree marine protette .

L’Aidap si è riunita in assemblea nel parco del Ticino per rinnovare i propri organi amministrativi: Il nuovo presidente è Ippolito Ostellino, direttore del parco del Po Torinese. Vicepresidente è stato nominato il direttore del parco nazionale Dolomiti Bellunesi, Nino Martino. I membri del nuovo Consiglio sono Andrea Longo, della riserva naturale di Vanzago, gestita dal Wwf; Giuseppe Spina, del parco naturale dell’Etna e Fabio Vallarola, del parco nazionale del Gran Sasso Laga.

I nuovi revisori dei conti sono invece Aldo Di Benedetto, del parco nzionale di Abruzzo, Lazio e Molise; Cinzia De Simone, del parco del Mincio e Susanna Perlini, del parco dell’Oglio.
L’associazione elegge tradizionalmente come presidente una personalità espressione dei direttori dei parchi regionali, la nomina alla vicepresidenza di Nino Martino rappresenta invece la volontà di dare rappresentanza anche ai direttori dei parchi Nazionali.

La nuova dirigenza punta a riorganizzare l’Aidap e ad estendere l’adesione anche a tutti i funzionari tecnici ed amministrativi delle aree protette italiane, per raggruppare le migliori risorse tecnico-scientifiche italiane in materia di pianificazione e gestione delle aree protette.
«Gli scambi di informazioni ed esperienze tra gli addetti ai lavori – dice il vicepresidente Martino - sono infatti di fondamentale importanza per costruire azioni sinergiche, nella consapevolezza che la tutela della natura ha successo solo se i parchi lavorano assieme».

Torna all'archivio