[15/03/2007] Comunicati

Verso una cooperazione Ue-Africa per l´energia rinnovabile

LIVORNO. Un’associazione cooperativa per l’energia tra Ue e Africa. Ne hanno parlato i ministri dello sviluppo dei 27 Stati membri dell’Ue a Bonn, che poi hanno incontrato 30 colleghi dei paesi ACP (Africa, Carabi, Pacifico) per un dialogo informale. Il ministro tedesco Heidemarie Wieczorek-Zeul ha annunciato la proposta di un´associazione di energia fra Europa e Africa, sottolineando che senza il ricorso all’energia rinnovabile, non ci può essere sviluppo.

«I costi crescenti per energia fossile – ha detto - stanno compromettendo i successi di sviluppo in Africa. In Unione Europea quindi desideriamo sostenere l´Africa nell´espansione dell´uso di energia rinnovabile e nel migliorare il rendimento energetico». Il ministro inoltre ha attirato l´attenzione sull´effetto del cambiamento di clima in Africa: «È evidente che l´Africa non si può incolpare per il cambiamento del clima, ma è proprio l´Africa a essere particolarmente colpita dalle conseguenze di questi cambiamenti».

Il ministro ha notato che, nella proposta che sarà presentata entro l’anno dalla Commissione Europea per un´associazione sull’energia tra Europa e Africa, «l´adattamento al cambiamento diel clima dell’Africa deve svolgere un ruolo centrale».

I ministri ed i rappresentanti della Commissione Europea hanno adottato “Il comunicato di Petersberg sulla politica di sviluppo europea„. Sulla base dell´obiettivo dell´Ue per sradicare la povertà nel contesto di sviluppo sostenibile ed in conformità con gli obiettivi di sviluppo di millennio del NU Millennium Development Goals (MDGs), il comunicato ripete gli obiettivi, i valori ed i principi della cooperazione europea di sviluppo.

Torna all'archivio