[22/03/2007] Energia

Referendum a Montescudaio, quelli che dicono SI all´eolico

LIVORNO. «L’energia eolica, pulita e rinnovabile, fa bene all’ambiente. Per questo invitiamo a votare SI, nel referendum consultivo che interesserà domenica prossima 25 marzo, il comune toscano di Montescudaio in provincia di Pisa». Questo il testo dell’appello sottoscritto da esponenti nazionali del mondo ambientalista, tra i quali Roberto Della Seta, Francesco Ferrante, Gianni Mattioli, Ermete Realacci, Edo Ronchi, Massimo Scalia, Fabrizio Vigni, che nelle scorse settimane hanno promosso il manifesto “Ambiente nuova frontiera per il Partito democratico”.

«Il valore di questa consultazione nel comune della Val di Cecina – sottolinea Fabrizio Vigni – va al di là della dimensione locale. La sfida delle energie rinnovabili sta diventando una priorità, in tutto il mondo, per contrastare i cambiamenti climatici. Per vincere questa sfida ciascuno deve fare la propria parte, dai governi nazionali fino alle comunità locali. Se si vuole ridurre l’uso del petrolio e del carbone, che provoca il riscaldamento del pianeta, bisogna cambiare radicalmente la politica energetica, puntando sul risparmio e sulle fonti rinnovabili. L’energia eolica insieme a quella solare rappresenta un’energia pulita, tecnologicamente matura, che non inquina. E’ per questo che in ogni parte del mondo gli ambientalisti sono favorevoli all’eolico».

«Gli impianti eolici soprattutto in un contesto paesaggistico spesso straordinario come quello italiano – puntualizza Fabrizio Vigni –, devono essere inseriti in modo intelligente ed accorto nel territorio, con una corretta programmazione. In questa ottica è quindi importante coinvolgere nelle decisioni i cittadini. Ma è chiaro che l’energia eolica è assolutamente necessaria per dare a tutti noi ed ai nostri figli un futuro ecologicamente sostenibile. L’energia prodotta dal vento fa bene all’ambiente. Per questi motivi invitiamo a votare SI».

Torna all'archivio