[23/03/2007] Urbanistica

Belleuropa: l´agricoltura di III generazione che migliora l´ambiente

MILANO. Il mondo rurale può contribuire al miglioramento della qualità dell’ambiente. Lo avevano compreso, fin dal 1990, nel centro studi del Gruppo Ecodeco, società leader in Italia nello sviluppo di Sistemi innovativi nel settore ambientale. Fu così che nacque proprio nel 1990 Belleuropa, un progetto finalizzato al miglioramento della qualità ambientale del territorio rurale europeo, a cui partecipano in tutta l’Unione proprietari rurali, professionisti, imprese, enti pubblici, che intervengono con le loro proprietà, capacità, esperienze, contributi economici e visione politica.

Oggi Belleuropa rappresenta un programma di responsabilità sociale condiviso da aderenti attivi in tutti i Paesi dell’Unione Europea nello sviluppo, coordinato e condiviso, del progetto.

La spiegazione è semplice: qualora il valore delle produzioni ambientali sia superiore a quello dei prodotti agricoli tradizionali e, come avviene per questi ultimi, possa essere corrisposto ai loro produttori e custodi un corrispettivo, il mondo rurale reagirà positivamente a questa nuova domanda, fornendo e conservando l’ambiente, come ha fornito prodotti alimentari e conservato la fertilità per millenni.

Il progetto Belleuropa promuove quindi le produzioni agricole di terza generazione: la conservazione della fertilità dei suoli, il miglioramento del paesaggio, la conservazione e la massimizzazione della diversità biologica, la possibilità di assorbire CO2, l’eliminazione del rumore e degli inquinanti prodotti nelle limitrofe aree urbanizzate, globalmente migliorando la qualità della vita dei cittadini europei mediante l’offerta di una fruizione ambientale di qualità.

In particolare è nata una stretta collaborazione con i proprietari che avevano utilizzato i regolamenti europei 2078/92 e 2080/92.
A partire dal 2005 le nuove normative europee, note come Agenda 2000, che non accoppiano più i sussidi alla produzione, permettono di utilizzare questo enorme flusso economico anche per le ‘Produzioni Agricole di Terza Generazione’. Pertanto le esperienze maturate a seguito dei vecchi Regolamenti 2078 e 2080 diventano un patrimonio prezioso.

Il Gruppo europeo “Belleuropa Living Countryside” sta racco-gliendo le esperienze dei proprietari rurali, che hanno utilizzato i Regolamenti 2078 e 2080 e “coltivato a paesaggio” i loro campi producendo una vera esplosione di ricchezza ambientale, realizzando una concreta produzione di fertilità e diversità biologica sui loro terreni, spesso impoveriti dalle colture intensive di ‘seconda generazione’.
Per maggiori informazioni: www.belleuropa.info

Torna all'archivio