[27/03/2007] Energia

Entro il 2020 triplicheranno le rinnovabili dei paesi emergenti

LIVORNO. Secondo le conclusioni di “Recipes”, un progetto di ricerca finanziato dall’Unione Europea, con una ferma politica la quantità di energie rinnovabili nei paesi in via di sviluppo potrebbe triplicare entro il 2020, raggiungerebbero così il 6% dell’intera energia primaria. Ma anche con il ritmo di crescita attuale le energie alternative raddoppieranno entro il 2020.

Recipes ha messo insieme tutte le informazione sulle energie rinnovabili nei paesi emergenti ed in via di sviluppo, producendo 215 rapporti includenti 114 schede/Paese, 15 studi dettagliati per diversi Paesi , descrizioni dei progetti e delle politiche proposte ed una serie di rapporti e raccomandazioni.

Attualmente, tra i paesi emergenti, è il Brasile ad avere il più grande volume di energie rinnovabili, un risultato frutto della massiccia utilizzazione di biomasse e biocarburanti. La Cina è seconda, seguita dall’Indonesia. Secondo le migliori previsioni per il 2020, Brasile e Cina conserveranno la testa nella produzione di energie rinnovabili, ma altri paesi aumenteranno sostanziosamente la loro produzione di energia “pulita”: Argentina, Messico, India, Indonesia, Thailandia. Se si guardano i vari continenti le energie rinnovabili sembrano ben stabilite in America Latina, in rapido accrescimento in Asia e mostrano una crescita in Afrique, anche se il livello dell’Africa sub-sahariana è ancora basso.
”Recipes” ha anche fatto una ricerca sugli impatti socio-economici delle energie alternative e delle tecnologie energetiche nei paesi in via di sviluppo, la conclusione principale è che un volume accresciuto di energie rinnovabili avrà un effetto positivo.
I paesi in via di sviluppo rappresentano quindi un mercato molto interessante per le industrie energetiche dell’Unione Europea che sviluppano biocarburanti, biomasse solide, biogas e fotovoltaico, ma la concorrenza é già forte ed i rischi si annunciano più elevate che nell’Ue.

”Recipes” è realizzato da un consorzio d’imprese di Belgio, Olanda e Paraguay (Prospect CS, EBM Consult, AES, Esenerg and Partners for Innovation), in collaborazione con esperti di 15 Paesi emergenti e in via di sviluppo. Questo ha permesso all’equipe del progetto di lavorare a stretto contatto con i diversi partners locali e nazionali, rappresentati in un Consiglio di consultazione

Torna all'archivio