[03/03/2006] Parchi

Al via la stagione di visita nei parchi della Val di Cornia

PIOMBINO (Livorno). Aprono al pubblico questo fine settimana i parchi della Val di Cornia che offre davvero tante e diverse possibilità di viste. È un vero e proprio museo del lavoro il Parco archeominerario di San Silvestro (nella foto), con testimonianze uniche del ciclo minerario e metallurgico, dal periodo etrusco ai giorni nostri, visitabile il sabato e la domenica, dalle ore 10 alle 18, mentre dal martedì al venerdì solo su prenotazione per gruppi e scuole.
Nel Parco archeologico di Baratti e Populonia invece, si rivivono i fasti dell’età etrusca, dal martedì alla domenica dalle ore 10 alle 18. Una testimonianza a cielo aperto, tra il blu del mare e il verde della natura, di tombe sepolcrali, edifici, corredi funebri, itinerari, che da mattino a sera si lasciano ammirare in un silenzio eterno, che sembra evocare antichi spiriti etruschi.

È attraverso le ricostruzioni dei paesaggi, delle attività e degli ambienti antichi, che il Museo archeologico del territorio di Populonia illustra le trasformazioni dovute al popolamento del promontorio di Populonia dalla preistoria all’età moderna. Oltre tremila pezzi, tra manufatti preistorici, reperti provenienti dagli scavi delle necropoli etrusche di Populonia e materiali di epoca romana, visitabili il sabato e la domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, mentre dal martedì al venerdì solo su prenotazione per gruppi e scuole.
In particolare, la preziosa anfora d’argento, (della fine del IV d.C.), e il suggestivo mosaico dei pesci, (datato I secolo a.C.) è l’unico tra i mosaici romani con raffigurazioni marine a rappresentare una scena naufragio. Per informazioni telefonare allo 0565226445.

Torna all'archivio