[13/08/2007] Eventi

(18/08/07) L’agricoltura sociale della Toscana a FestAmbiente

GROSSETO. L’agricoltura sociale toscana sarà ospite e protagonista della giornata di chiusura di FestAmbiente, il festival internazionale di ecologia e ambiente, sabato 18 agosto a Rispescia, Grosseto.

“Agricoltura sociale e agricoltura di comunità - Esperienze, progetti, nuove forme di accoglienza e solidarietà nelle campagne toscane” è il titolo del volume realizzato dall’Arsia, l’agenzia della Regione Toscana per lo sviluppo e l’innovazione nel settore agricolo e forestale, che sarà presentato proprio sabato 18 agosto, alle 18,30 nell’ambito di FestAmbiente.

Alla presentazione del volume seguirà intorno alle 19,30, il dibattito dal titolo Una campagna accogliente: un nuovo approccio per l’agricoltura. Esperienze di agricoltura sociale, coordinato dal giornalista Toni Mira de L’Avvenire.
Parteciperanno Luca Marcora, Commissione agricoltura del Senato, Maria Grazia Mammuccini, amministratore Arsia, Marco Noferi curatore del volume e Roberto D’Alonzo, dell’Arsia. Interventi di Maria Teresa Falda Consorzio Copait, Stefano Pezzati Coop. Agr. e Fondazione Il Forteto, Marco Pellegrini Coop. Agr. Il Pungiglione, Giuseppe Pietracito Coop. Agr. E. Sereni, Fedele Raho Coop. Sociale Humanitas, Carlo Triarico Associazione Toscana Biodinamica, Cooperativa Libera Terra.

L’agricoltura sociale rappresenta a tutti gli effetti una particolare ‘declinazione’ della multifunzionalità dell’impresa e dell’azienda agricola, riuscendo a coniugare le funzioni produttive dell’agricoltura con lo svolgimento di diverse attività di rilievo sociale come formazione, inserimento, riabilitazione delle fasce deboli: il lavoro agricolo, l’ambiente, i tempi e i ritmi della campagna sono considerati importanti risorse per l’intervento su diverse forme di disagio sociale.
Il volume che sarà presentato a FestAmbiente raccoglie materiali, riflessioni, documenti scaturiti da un progetto di animazione rurale promosso e realizzato dall’Arsia e realizzato in collaborazione con l’Università di Pisa, le organizzazioni e le associazioni agricole e propone voci ed esperienze pratiche, realizzate e vissute in numerose realtà della Toscana.

Torna all'archivio