Clima

La Cdp è la prima istituzione finanziaria italiana ad accedere al Green climate fund

Il Fondo ha una dotazione di 10,3 miliardi di dollari e ne ha già impegnati circa 5,2 per favorire la mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici nei paesi in via di sviluppo La Cassa depositi e prestiti è diventata la prima istituzione finanziaria italiana che può accedere alle risorse messe a disposizione del Green climate...

Estrazioni di petrolio e gas, Greenpeace, Legambiente e Wwf al Governo: «No alla sospensione, aboliamo esenzioni sotto soglia»

Il rischio di nuovi progetti di estrazione minaccia addirittura il Golfo di Venezia

Greenpeace, Wwf e Legambiente denunciano il passo indietro da parte del governo, rispetto alle bozze circolate, sulla norma inserita nel disegno di bilancio 2020 in materia di royalties relative alle estrazioni di gas e petrolio. Le tre organizzazioni ambientaliste fanno notare che «Nel testo della Manovra 2020 trasmesso al Senato non c’è, infatti, nessuna abolizione...

Stop alle fonti fossili, la Bei finanzierà investimenti per 1 trilione di euro sull’energia pulita

«Il clima è il problema principale nell'agenda politica del nostro tempo». La svolta sostenuta anche dall’Italia

«Smetteremo di finanziare i combustibili fossili, e lanceremo la più ambiziosa strategia di investimento sul clima di qualsiasi istituzione finanziaria pubblica». L’enfasi con cui il presidente della Banca europea per gli investimenti (Bei) Werner Hoyer ha annunciato il cambio di rotta sui prestiti energetici assunto ieri dal Cda ha il sapore di una svolta: dalla...

Speranze di pace per il Sud Sudan, ma il Paese è colpito da inondazioni causate dal cambiamento climatico

Oltre 200.000 bambini costretti a fuggire dalle loro case. Famiglie già afflitte dalla malnutrizione estrema devono trovare riparo in rifugi temporanei per sfuggire alle forti piogge

Il Sud Sudan sembra aver trovato finalmente un po’ di pace: in base all’accordo di pace del settembre 2018, volto a porre fine a 6 anni di sanguinossa guerra civile che è diventata anche conflitto etnico/tribale, il 12 novembre il presidente Salva Kiir e il leader dell'opposizione Riek Machar avrebbero dovuto formare un governo di...

Dopo l’alta marea, un conto corrente per aiutare Venezia

Il sindaco Brugnaro: «La città si è messa subito al lavoro per ripartire, ma l'attività da fare resta ancora enorme. Se vuoi dare il tuo contributo puoi farlo attraverso una donazione»

Oggi Venezia è tornata a fare i conti con un’alta marea eccezionale, che ha toccato i 156 cm: lontani rispetto ai 187 che hanno sommerso la città nei giorni scorsi, ma abbastanza per far sì che il 70% del centro storico tornasse sott’acqua. I danni si stimano nell’ordine delle centinaia di milioni di euro, mentre...

Lancet Countdown 2019: sempre più evidente il collegamento tra salute e cambiamenti climatici, ma la gente fatica a farlo

Inquinamento da PM2.5, l’Italia peggiore in Europa e 11esima nel mondo: 45.600 morti premature all’anno

L’editoriale che presenta il “2019 report of The Lancet Countdown on health and climate change: ensuring that the health of a child born today is not defined by a changing climate” evidenzia che «Gli ultimi 12 mesi hanno portato un'impennata senza precedenti nella consapevolezza e nell'impegno per l'emergenza climatica. La scorsa settimana, il Collins Dictionary ha nominato “climate...

Il Green climate fund finanzia i programmi per contrastare il cambiamento climatico in Cile, Kirghizistan e Nepal

Programmi congiunti con la Fao per 161 milioni di dollari a sostegno del sequestro di carbonio e della resilienza dei piccoli agricoltori

Il Consiglio direttivo del Green Climate Fund (GCF), la piattaforma globale che contrasta il cambiamento climatico investendo nello sviluppo di sistemi a low-carbon e resilienti al clima, ha approvato un finanziamento da 161 milioni di dollari per sostenere programmi di resilienza climatica a favore di 1,5 milioni di persone in Cile, Kirghizistan e Nepal. La...

In Australia effetti catastrofici «senza precedenti» a causa degli incendi

Il fumo causato dai roghi è stato trasportato oltre la Nuova Zelanda e sull’Oceano Pacifico meridionale, nei prossimi giorni potrà arrivare fino al Sud America

Dopo Siberia, Amazzonia e California, quest’anno continua nel segno drammatico degli incendi con le fiamme che hanno avvolto l'Australia, in particolar modo nel Nuovo Galles del Sud e nel Queensland: oltre un milione di ettari sono già bruciati a causa di circa 130 incendi, che il coraggioso lavoro di oltre 3mila vigili del fuoco supportati...

Ispra, a Venezia le emergenze per l’acqua alta sono già raddoppiate rispetto agli anni ’90

A causa dei cambiamenti climatici «dovremo far fronte a eventi sempre più frequenti e importanti sotto il profilo dell'altezza della marea»

Dopo il dramma delle ultime ore, stamani Venezia si è svegliata col sole ma sa che la pace non durerà: dal Comune informano che nei prossimi giorni «la marea si manterrà su valori molto elevati», con un picco di 120 cm – dopo i 187 che hanno allagato la città – previsto già per oggi....

Le cinque crepe che mettono a rischio la pace nel mondo. «Lo status quo non è difendibile»

Guterres. a rischio la nostra civiltà. Il multilateralismo deve adattarsi alle sfide di oggi e del domani

Si è concluso ieri il secondo Forum de Paris sur la Paix che ha visto la partecipazione di 65 capi di Stato e di governo, la presentazione di 121 progetti, 300 interventi ai dibattiti, un hackathon di tre giorni sulle nuove tecnologie, un evento che è stato seguito da 700 giornalisti e da 6.000 partecipanti....

Acqua alta a Venezia, Legambiente: «Inaccettabile che ancora non sia stato approvato un Piano di adattamento nazionale ai mutamenti climatici»

Zanchini: «Il paradosso è pensare che il Mose possa risolvere il problema dell’acqua alta a Venezia»

Mentre la tragedia dell’acqua alta a Venezia sta tracimando su tutti i media del mondo e gli amministratori locali e i politici nazionali che ne portano la responsabilità – a cominciare dallo scandalo del MOSE - cercano maldestramente di scaricarla su altri (contando sulla cortissima memoria di veneti e italiani), Legambiente ricorda che «Per proteggere...

Festa dell’albero ed Emergenza climatica nell’Arcipelago toscano

Legambiente: un nuovo approccio al verde urbano

In occasione della festa dell’Albero che si terrà il 21 Novembre, Legambiente Arcipelago Toscano ha inviato la seguente lettera a tutti i Sindaci, Assessori e Consiglieri dei Comuni dell’Arcipelago Toscano: Come ormai evidente, l’emergenza climatica sempre più conclamata a livello mondiale è percepibile anche a livello locale: ricordiamo all' Elba i venti fino a 200...

Basterebbe circa lo 0,06% del Pil per sostenere la transizione verso un’economia sostenibile

Carraro: «Il gap tra risorse finanziarie necessarie e quelle effettivamente disponibili è ancora rilevante», stimato tra i 500 e i 1000 miliardi di dollari l'anno

Si è aperta ieri l'ottava edizione della Settimana dell'investimento sostenibile e responsabile, con una riflessione quanto mai attuale sull’emergenza climatica, con l’Italia sott’acqua da Venezia a Matera. Per la keynote lecture è intervenuto Carlo Carraro, economista ambientale proprio all’Università Ca’ Foscari di Venezia e vicepresidente del working group III sulla mitigazione dell’Ipcc – l’organizzazione scientifica...

Venezia, la Toscana pronta «ad aiutare la città e i suoi abitanti»

Rossi: «Zaia mi ha detto dei 5 miliardi del Mose che stanno ancora inutilizzati sott'acqua, e del fatto che in ogni caso non avrebbero tutelato piazza San Marco»

Nel novembre di 53 anni fa a finire sott’acqua toccò anche a Firenze, con la drammatica alluvione e la conseguente esondazione dell’Arno del 1966: un episodio che ha segnato la storia e la memoria della Toscana, oggi in prima fila per rispondere al grido d’allarme che sta arrivando da Venezia. «Ho parlato con Luca Zaia...

«La Lega di Zaia vota contro il contrasto ai cambiamenti climatici e dopo due minuti l’aula consigliare viene sommersa»

Bocciati o respinti gli emendamenti che chiedevano finanziamenti per le fonti rinnovabili

Ieri notte in Consiglio Regionale stavamo discutendo la legge di stabilità relativa al Bilancio Regionale 2020 quando verso le 22 l’acqua ha iniziato, per la prima volta nella storia del Consiglio regionale del Veneto, ad allagare l’aula consigliare con il conseguente fuggi fuggi di tutti i consiglieri, assessori, funzionari, addetti al servizio legislativo e tanti altri....

Venezia è in ginocchio a causa della crisi climatica in corso

In 1200 anni la marea ha invaso la Basilica di San Marco solo 6 volte, 2 nell’ultimo anno. E 40 zone costiere in tutta Italia sono a rischio inondazione entro 80 anni

Anche per una città che ha il mare nel sangue come Venezia «una marea a 187 cm è una ferita che lascia segni indelebili». Il sindaco della Serenissima, Luigi Brugnaro, sta facendo i conti con una città invasa dall’acqua: al momento si contano due persone morte a Pellestrina, mentre cittadini e imprese sono stati invitati...

Spagna: preaccordo di governo tra PSOE e Podemos. Esquerra Republicana: un patto con la Catalogna contro la destra

Sánchez: «Il nuovo governo sarà stabile e decisamente progressista»

Dopo il fallimento del tentativo del Partido Socialista Obrero Español (PSOE) di formare un governo da solo andando ad elezioni anticipate, che si è tradotto in una perdita di 3 seggi, nella rianimazione del Partido Popular e nel successo dell’estrema destra neofascista/franchista di Vox, ieri il PSOE e la sinistra radicale di Unidas Podemos (uscita...

La Conferenza annuale sul clima torna a Firenze

All’Istituto universitario europeo un evento centrale per capire come l’Europa si sta approcciando ai cambiamenti climatici

L'Europa è al centro dei cambiamenti climatici, e non solo per responsabilità storiche ma anche per le conseguenze che il riscaldamento globale porterà sul pianeta nei prossimi anni, di cui stiamo già oggi avendo abbondanti assaggi: come mostrano i dati elaborati dall’Agenzia europea dell’ambiente  il Vecchio continente si riscalda più velocemente rispetto alle altre aree...

Gli eventi climatici estremi colpiscono il vino italiano, produzione in calo del 20%

Coldiretti: «Per effetto del clima anomalo» addio a una bottiglia di vino made in Italy su cinque

Quest’anno la stagione della vendemmia si è chiusa in chiaroscuro per il vino italiano: secondo le stime fornite dalla più grande organizzazione agricola europea, Coldiretti, sono 44,3 i milioni di ettolitri prodotti (destinati per circa il 70% a vini Docg, Doc e Igt), che assegnano al nostro Paese un primato globale davanti alla Francia (42,2 milioni). La...

I Paesi del G20 non sono sulla strada giusta per la transizione alla green economy

L’Italia tra i Paesi più vulnerabili e meno virtuosi. La peggiore è l’Australia

Il “Brown to Green Report 2019” pubblicato da Climate Transparency è la più completa revisione al mondo sull’azione climatica del G20, le maggiori economie che da sole sono responsabili dell’80% delle emissioni mondiali di gas serra, e fornisce informazioni concise e comparabili su azioni di mitigazione, finanziamento e adattamento del G20. Si tratta di un rapporto redatto da 14 organizzazioni...

Bankitalia, la “crisi ambientale” potrebbe ridurre il reddito pro capite mondiale di un quarto

Nel 2018 l’aumento della temperatura media globale rispetto al periodo 1961-1990 è stato di 0,98°C a livello globale e di 1,71°C in Italia

I legami tra le condizioni climatiche, le emissioni di gas serra e le attività di produzione e di consumo sono noti da tempo. Eppure, la concentrazione di gas serra ha continuato a salire a ritmi preoccupanti. Nel 2018 l’aumento della temperatura media globale rispetto al periodo 1961-1990 è stato di 0,98°C a livello globale e...

La natura ci regala 145mila miliardi di dollari l’anno, ma li stiamo buttando via

Sir Robert Watson: «I cambiamenti climatici e la perdita di biodiversità compromettono lo sviluppo economico, minacciano la sicurezza alimentare e la salute umana»

I servizi ecosistemici forniti dalla biodiversità sono il regalo più prezioso di cui dispone il genere umano: dall'impollinazione delle colture alla depurazione delle acque, dalla protezione dalle inondazioni al sequestro del carbonio, siamo abituati a godere di questi vantaggi senza rispettare la natura che ce li offre. Li diamo per scontati, col risultato che ne...

Negli Usa la frequenza degli uragani è aumentata del 330% e sono diventati più grandi, più forti e più distruttivi

Il legame con il cambiamento climatico era oscurato dall'incertezza statistica, con un nuovo metodo è diventato improvvisamente evidente

Lo studio “Normalized US hurricane damage estimates using area of total destruction, 1900−2018”, pubblicato su PNAS da Aslak Grinsted,   Peter Ditlevsen e Jens Hesselbjerg Christensen del Center for Is og Klima del Niels Bohr Institutet della Københavns Universitet dimostra che «Dal 1900, gli uragani sono diventati più distruttivi e i peggiori e sono più di...

Assemblea permanente regionale di tutto l’associazionismo giovanile toscano

Un luogo dove il confronto è un imperativo e le idee sono la base di tutto, non più il "Chi?" ma il "cosa?"

A tutti piace dire che "bisogna dare spazio ai giovani", che "dobbiamo dare ascolto alle loro idee" o che "voi siete il futuro". A tutti piace dirlo, a pochi piace farlo. La retorica però non basta a risolvere i nostri problemi: non aggiusta i soffitti delle scuole che cadono,non riduce le emissioni di Co2, non...

Che fine ha fatto il Green new deal? La legge di Bilancio vista dal Wwf

«Le risorse realmente disponibili per il Green new deal al 2020 sono complessivamente 1.688 milioni di euro»

Il disegno di legge di Bilancio 2020-2022 ha iniziato il suo iter parlamentare (qui il testo approdato al Senato), e una volta varato le ambizioni del tanto annunciato Green new deal italiano potranno finalmente iniziare a essere misurate: nel frattempo sono già arrivate le osservazioni al ddl del Wwf, che si è concentrato su otto...

In Africa quest’anno si contano 2,6 milioni di migranti climatici

La sostenibilità al centro della Conferenza ministeriale africana sull’ambiente, aperta oggi a Durban

Pur contribuendo solo per il 5% all’emissione di gas climalteranti in atmosfera, l’Africa è il continente più colpito dall’emergenza climatica: Oxfam stima che ci siano oltre 52 milioni di persone in 18 paesi sparsi tra Africa centrale, orientale e meridionale – già messe in ginocchio da conflitti e povertà – che rischiano di morire fame, a causa dagli effetti devastanti...

Consiglio dei ministri delle finanze europei: l’Ue dovrebbe abbandonare i finanziamenti ai combustibili fossili

Finanziamento per il clima: nel 2018 contributi Ue e degli Stati membri per 21,7 miliardi di euro

Dal 2013 i contributi dell'Unione europea e dei suoi Stati membri per aiutare i Paesi in via di sviluppo a ridurre le loro emissioni di gas serra e far fronte agli impatti dei cambiamenti climatici sono più che raddoppiati dal 2013. Lo ha confermato il Consiglio dei ministri delle finanze europei (Ecofin) nelle conclusioni adottate...

StoneWallsForLife: salvare i muretti a secco per contrastare i cambiamenti climatici

Un progetto europeo nel Parco Nazionale delle Cinque Terre

Oggi viene presentato a Vernazza, StoneWallsForLife, progetto europeo che punta a salvaguardare e recuperare il patrimonio monumentale di muri a secco del Parco Nazionale delle Cinque Terre e a dimostrare come un'antica tecnologia, se utilizzata in modo innovativo da un punto di vista sociale e tecnologico, possa contribuire a determinare un ambiente resiliente. StoneWallsForLife, partito...

Lo scioglimento del ghiaccio marino artico fa emergere un virus mortale nei mammiferi marini

La perdita di ghiaccio apre rotte alla trasmissione di malattie tra leoni marini, foche e lontre marine

Lo studio “Viral emergence in marine mammals in the North Pacific may be linked to Arctic sea ice reduction”, pubblicato su Scientific Reports da un team di ricercatori britannici e statunitensi, collega il declino del ghiaccio marino artico alla comparsa di un virus mortale che potrebbe minacciare i mammiferi marini nel Nord Pacifico. Si tratta...

Quale ruolo per la geotermia in una Toscana carbon neutral al 2050

Si è insediato il comitato scientifico che aiuterà la Regione a raggiungere la carbon neutrality entro trent’anni. Mancuso: «La Toscana ha la fortuna di avere una produzione da geotermia molto forte, che potrebbe essere ulteriormente ampliata e dare un contributo importante»

Si è insediato questa settimana – alla presenza del governatore Enrico Rossi e dell’assessore Fratoni, oltre che di rappresentanti Arpat, Irpet, Lamma e Ars – il comitato scientifico di Toscana carbon neutral 2050: la strategia con la quale la Regione punta a raggiungere entro trent’anni un bilancio emissivo pari a zero. Ciò naturalmente non significa...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. 2
  4. 3
  5. 4
  6. 5
  7. 6
  8. 7
  9. ...
  10. 151