Emissioni in atmosfera, Ispra: ecco quali sono le fonti inquinanti e climalteranti in Italia

«Tutti i settori saranno chiamati nei prossimi 30 anni a fornire un contributo estremamente rilevante che va ben oltre quanto previsto dal Piano nazionale energia e clima, con impatti significativi sulla vita di tutti i cittadini, a cominciare dalle modalità di trasporto»

Negli ultimi trent’anni, le emissioni in atmosfera dovute alle attività antropiche italiane sono diminuite in modo significativo, sia sotto il profilo degli inquinanti che dei gas climalteranti. Ma c’è poco da festeggiare, perché nel trentennio appena iniziato dovremmo fare molto, molto di più. A metterlo chiaramente in evidenza sono due rapporti presentati oggi dall’Istituto superiore...

Riscaldamento edifici in Italia: il 53% delle emissioni di PM10 e il 18% delle emissioni climalteranti

In Italia 17,5 milioni di abitazioni riscaldate con gas metano. Le proposte Legambiente-Kyoto Club per la decarbonizzazione

Secondo il nuovo studio “Una strategia per la decarbonizzazione dei sistemi di riscaldamento degli edifici in Italia” realizzato da Elemens per Legambiente e Kyoto Club e che viene presentato oggi, dalle 15 alle 16.30, in un incontro in diretta streaming sui canali di Kyoto Club, «Nel 2021 il riscaldamento domestico contribuisce ancora, in maniera significativa, a inquinare le nostre città e a surriscaldare il Pianeta,...

Una piattaforma per cessione di crediti di carbonio nella Riserva della biosfera Appennino Tosco Emiliano

«Oltre alla possibilità di vendere la legna, si potranno vendere i servizi che i boschi forniscono a tutti noi»

La Riserva di Biosfera dell’Appennino tosco emiliano ha venduto i primi crediti di carbonio generati dalle sue foreste e sottolinea che «E’ un primo passo molto importante nella valorizzazione e riconoscimento dei servizi che gli ecosistemi forestali e naturali ci forniscono». L’acquirente dei crediti è la cooperativa Copma di Ferrara che ha anche cofinanziato il...

Pnrr, Greenpeace a Draghi: «Whatever it takes per il pianeta»

La Next generation in 10 passi. Sit-in davanti al ministero dell’economia

Stamattina con un sit-in promosso a Roma davanti al Ministero dell’economia e delle finanze ala quale hanno partecipato anche movimenti come Fridays for Future, Scomodo ed Extinction Rebellion, Greenpeace ha  presentato “Next generation in dieci passi”, 10 punti per una vera transizione ecologica. Ecco come dovrebbe essere la transizione ecologica secondo Greenpeace Italia: Le regole...

L'Anbi contro le nuove trivelle: con la ripresa delle estrazioni cresce il rischio subsidenza

«Appena tre anni fa il Governo aveva rifinanziato gli interventi di mitigazione dei danni causati in Polesine e nelle province di Ferrara e Ravenna dall’abbassamento del suolo»

Non solo le associazioni ambientaliste stanno prendendo posizione contro l’ok a nuove trivelle per l’estrazione di idrocarburi fossili, arrivato con la Valutazione d’impatto ambientale (Via) approvata dal neonato ministero della Transizione ecologica. A scendere in campo sono ora anche i Consorzi di bonifica e nello specifico l’Anbi Veneto. L’Anbi si concentra in particolare sul progetto...

Senza agroecologia non c’è transizione ecologica. Basta incentivi ambientalmente dannosi

«L’Europa punta decisamente sul biologico ma fino ad oggi le sovvenzioni sono andate quasi interamente all’agricoltura convenzionale. E in Italia la quota “green” è ancora più bassa»

La Coalizione Cambia la Terra – un progetto voluto da FederBio assieme a Legambiente, Lipu, Medici per l’Ambiente, Slow Food e WWF e sostenuto da alcune importanti aziende del settore -  denuncia che «l’Europa punta decisamente sul biologico ma fino ad oggi le sovvenzioni sono andate quasi interamente all’agricoltura convenzionale. E in Italia la quota...

Solo il 3% della superficie terrestre è rimasta ecologicamente intatta

Ma con reintroduzioni mirate e ripristini ecosistemici si potrebbe trasformare il 20% della Terra in aree wilderness

Più di 30 anni fa, le aree wilderness - aree naturali che non sono state modificate in maniera notevole dagli esseri umani - sono state identificate come prioritarie per realizzare azioni di conservazione e protezione. Solo di recente c'è stata una spinta a definire come misurare wilderness, con un’attenzione maggiore sugli habitat intatti. L'integrità degli...

Plastica in mare: che fine ha fatto il progetto Sauro? (VIDEO)

Una piccola, misteriosa e un po’ triste, storia italiana

 Possiamo dire che le invenzioni nascono con l'uomo, insieme al suo istinto di sopravvivenza: quando si accorse che una pietra poteva essere lanciata ed essere così utile a far cadere un frutto  o a schiacciare una noce oppure aiutarlo nella caccia, quando si rese conto che qualcosa di appuntito o un sasso scheggiato poteva essere...

I rifiuti del Covid-19 uccidono animali selvatici in tutto il mondo

Gli scienziati olandesi vogliono sapere esattamente quanto sia grave il problema

Lo studio “The effects of COVID-19 litter on animal life”, pubblicato su Animal Biology da un team di ricercatori olandesi del Naturalis Biodiversity Center e delle università di Leiden e Radboud, conferma che le mascherine e i guanti progettati per proteggerci dal Covid-19 sono pericolosi per gli animali che vivono vicino a noi e avverte...

I cocaleros e gli ambientalisti colombiani contro il glifosato

Il governo della Colombia vuole irrorare di glifosato con gli aerei piantagioni e comunità

Ieri, poco dopo che il governo di destra colombiano di Iván Duque ha presentato un decreto punta a riprendere l’irrorazione aerea con il glifosato per distruggere i raccolti di coca, l'Asociación de Cocaleros de Colombia ha confermato le manifestazioni contro questa iniziativa  e Carlos Chapuel, rappresentante dell'associazione, che è a Bogotá per analizzare la situazione,...

Progetto South beach in Molise, Legambiente: basta consumo di suolo per un turismo stile anni ‘80

Per 35 Km di costa molisana (il 48% già trasformati) il progetto South Beach sarebbe il colpo di grazia

Per Legambiente «Se non fosse preoccupante sarebbe quasi da prendere con un sorriso la proposta progettuale recapitata al Comune di Montenero di Bisaccia, e sostenuta dalla Regione Molise, relativa all’urbanizzazione e l’edificazione di un’area di circa 160 ettari a ridosso del mare. Perché la lettura del progetto desta in chi ha a cuore l’ambiente una...

Rinoceronti in Nepal, negli ultimi cinque anni la popolazione è cresciuta del 16%

Wwf: «Questo risultato è un'altra pietra miliare nel percorso di conservazione del Nepal»

Ogni cinque anni, il Nepal si assume l'impegnativo compito di contare i suoi rinoceronti per monitorare il loro status di conservazione in natura, e l’ultima indagine – condotta dal 22 marzo al 10 aprile di quest’anno nei Parchi nazionali di Chitwan, Parsa,  Bardia e di Shuklaphanta, nonché nelle aree limitrofe – ha portato ottime notizie....

Sarà possibile curare gli animali con farmaci umani: il ministro Speranza ha firmato il decreto

Plauso di ENPA, LAV e Legambiente: le famiglie potranno risparmiare fino al 90% dei costi per i medicinali

Con il decreto firmato ieri dal ministro della salute Roberto Speranza, sarà possibile curare gli animali domestici anche con farmaci “ad uso umano”. In una nota il ministero spiega che «A beneficiarne saranno circa il 40% delle famiglie italiane che potranno risparmiare fino al 90% per alcune patologie animali. Il provvedimento adottato prevede che il veterinario...

L'Unione europea è il secondo importatore globale di deforestazione tropicale. E l’Italia è seconda nell’Ue

Wwf: soia, olio di palma e carne bovina i prodotti importati dall’Ue di maggior peso nella deforestazione tropicale, seguiti da prodotti legnosi, cacao e caffè

Secondo il nuovo rapporto “Stepping up: The continuing impact of EU consumption on nature” dell’European Policy Office (EPO) del Wwf, basato su dati e approfondimenti compilati dallo Stockholm Environment Institute/Trase. «L’Unione Europea è fra i maggiori importatori al mondo, seconda solo alla Cina, di “deforestazione incorporata” e responsabile delle emissioni di gas serra che questa...

L’élite inquinatrice: lo stile di vita dei più ricchi del mondo è un grosso problema climatico (VIDEO)

Il rapporto della Cambridge Sustainability Commission on Scaling Behavior Change

Il nuovo rapporto “Changing our ways? Behaviour change and the climate crisis” della Cambridge Sustainability Commission on Scaling Behaviour Change invita esplicitamente i responsabili politici a prendere di mira l'elite degli inquinatori «Per innescare un passaggio a comportamenti più sostenibili e fornire alternative low carbon accessibili e disponibili per le famiglie più povere». La Cambridge...

Greenpeace: «Tutela della biodiversità, grande assente nel Pnrr»

L’Italia ha annunciato di voler tutelare un 30% del mare e del territorio entro il 2030, chiediamo al governo che il PNRR sia in linea con gli impegni presi

In Italia, la natura rappresenta uno scenario di eccezionale bellezza che racchiude in sé un’enorme complessità di flora e fauna. Tanto da essere uno dei Paesi europei più ricchi di biodiversità, sia vegetale che animale. L’Italia ospita infatti il più alto numero di specie: circa la metà delle specie vegetali e circa un terzo delle specie animali attualmente presenti in Europa. ...

Legambiente: il ministro Cingolani diventi ambasciatore del suolo tra i Paesi del Consiglio d’Europa

Salviamo il Paesaggio: «La Rigenerazione Urbana non può essere separata dall’arresto del consumo di suolo»

Ieri, su iniziativa dalla europarlamentare italiana Eleonora Evi (Verdi), la commissione Petizioni del Parlamento Europeo ha ascoltato i promotori della campagna PEOPLE4SOIL, la petizione pubblica che, nel 2017, ha mobilitato 500 associazioni e istituzioni di ricerca di 26 Stati Membri sulla richiesta di dotare l'Unione Europea di una direttiva per la protezione del suolo. Secondo...

Senza una transizione burocratica l'eolico offshore italiano non vedrà mai la luce

Il Pniec indica come timido obiettivo al 2030 la realizzazione di 900 MW , ma al momento siamo a quota zero

Mentre l’Europa punta a moltiplicare per 25 la potenza installata nell’eolico offshore, l’Italia continua a non avere neanche una pala al largo delle proprie coste – nonostante lo scorso anno fosse previsto l’avvio del progetto Beleolico nel mare di fronte all’Ilva di Taranto – ma in teoria il Piano nazionale integrato energia e clima (Pniec)...

Il progetto di rete a idrogeno europea al 2040 punta a 40mila km e 21 paesi

Atteso un investimento complessivo stimato tra i 43 e gli 81 miliardi di euro, affidandosi in larga parte alla conversione delle condotte già esistenti per la distribuzione del gas

L’Europa sta puntando con forza sull’idrogeno tra i vettori energetici per sostenere la transizione ecologica, e questo comporta uno sforzo importante non solo sul fronte della produzione di idrogeno, ma anche sulla sua distribuzione: in tal senso sarà fondamentale ammodernare l’infrastruttura che oggi distribuisce gas metano, come mostra l’ultimo report dell’European hydrogen backbone che oggi...

L'economia circolare nella transizione ecologica, spiegata da Cercis

Il 22 aprile workshop internazionale dal Centro per la ricerca sull’economia circolare, l’innovazione e le Pmi nato all’Università di Ferrara

Cercis, il Centro per la ricerca sull’economia circolare, l’innovazione e le Pmi nato all’Università di Ferrara nel 2019, il 22 aprile sarà il perno di workshop internazionale pensato per contestualizzare la sfida della circolarità all’interno di quella ben più ampia della transizione ecologica. Con l’intervento di ospiti di spessore internazionale come Oriana Romano (Ocse) e Will...

Le nevicate di aprile in Europa sono causate dallo scioglimento del ghiaccio marino nell'Artico

Il riscaldamento climatico sta sollevando il coperchio dall'Oceano Artico e lo scioglimento del ghiaccio marino artico ha fornito l'88% della neve fresca in Europa

In Francia e in Italia i viticoltori hanno alimentato migliaia di falò per cercare di salvare i loro raccolti, ma probabilmente combattendo una battaglia persa. La neve di aprile che cade sui vigneti e frutteti fioriti in può essere direttamente collegata alla perdita del ghiaccio marino nel Mare di Barents nell'Artico. Come spiega Maja Sojtaric...

Geoingegneria: ridurre l’acidificazione del mare e la CO2 nell’atmosfera spargendo calce idrata nel Mediterraneo

Intanto, annullati i voli di prova di SCoPEx che voleva spargere polvere nell’atmosfera

E’ stato annullato il progetto di geoingegneria SCoPEx i che puntava a raffreddare l’atmosfera spargendo enormi quantità di “polvere” da palloni e razzi dell'Esrange Space Center e il team che si preparava ad avviare i test annuncia che «Tuttavia, la comunità scientifica è divisa per quanto riguarda la geoingegneria, compresi eventuali test tecnologici correlati come...

In Nuova Zelanda le imprese finanziarie dovranno dichiarare l’impatto climatico delle loro attività

E’ il primo Paese del mondo a farlo. Svolta del governo laburista dopo l’aumento delle emissioni di gas serra nel 2018

Il ministro neozelandese del commercio e dei consumatori, David Clark, ha annunciato che «Aotearoa, la Nuova Zelanda, diventerà il primo Paese al mondo a introdurre una legge che richiede alle imprese finanziarie di rivelare gli impatti dei cambiamenti climatici sulla propria attività e spiegare come gestiranno i rischi e le opportunità legati al clima». Il...

Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente 2021: online il bando della 17esima edizione

Riconoscimento promosso da Legambiente che si rivolge a start up, spin off universitari e aziendali e, per il primo anno, anche a piccole e medie imprese innovative a vocazione ambientale e sociale

E’ la sfida sulla quale si giocano la competitività, l’attrattiva e il benessere di città e territori, quella per un futuro più green e innovativo: riconoscere il valore delle realtà aziendali e locali che in Italia traducono i principi della sostenibilità in azioni concrete è l’obiettivo dichiarato del Premio all’Innovazione Amica dell’Ambiente, giunto alla sua 17esima...

Giornata mondiale dei delfini 2021: la strada di Life Delfi per la convivenza pesca-delfini

Alta tecnologia, attrezzature sostenibili e dolphin watching e stop alle reti spadare illegali nei mari italiani

E’ possibile una convivenza tra delfini e pescatori nei nostri mari? Secondo il webinar online organizzato oggi dal team del progetto europeo Life Delfi  sì: «Utilizzando la tecnologia e attrezzature a basso impatto ambientale insieme a pratiche economiche alternative che possono aiutare a centrare il duplice obiettivo di salvaguardare questi splendidi mammiferi marini e diminuire i...

Il pollice opponibile di Monkeydactyl, lo pterosauro arboreo

Un nuovo rettile volante del Giurassico rivela il pollice opponibile più antico

Il pollice opponibile più antico conosciuto finora apparteneva a una “nuova” specie di pterosauro arboreo che viveva sul nostro pianeta 160 milioni di anni, soprannominata "Monkeydactyl". Una struttura di questo tipo, che prima si pensava fosse caratteristica solo degli uomini e delle scimmie, era precedentemente sconosciuta negli pterosauri. A fare questa eccezionale scoperta è stato...

Come le digitali introdotte in America si sono evolute rapidamente per farsi impollinare dai colibrì

Le digitali rosse portate nelle Americhe 200 anni fa hanno cambiato la lunghezza dei fiori per favorire un nuovo gruppo di impollinatori

La digitale rossa (Digitalis purpurea) e una specie originaria dell’Europa che da noi viene impollinata dai bombi, ma lo studio “Rapid evolution of a floral trait following acquisition of novel pollinators”, pubblicato sul Journal of Ecology della British Ecological Society’s da ricercatori dell’University of Sussex (UK), Universidad de Los Andes (Colombia) e Universidad de Costa Rica,...

Fanghi di depurazione: l’Italia non sa come gestire 1,9 mln di ton/anno (e presto saranno 3,2)

La frazione di materia solida che rimane alla fine del processo di depurazione rappresenta ad oggi un’occasione sprecata per l’economia circolare

L’Italia è un Paese che paga 165mila euro al giorno in multe per le infrazioni europee legate alla mancata depurazione delle acque reflue urbane, ma al contempo non sa come gestire i fanghi in uscita dai (pochi) depuratori. L’export pesa già oggi – sull’ambiente e sulle tariffe idriche pagate dai cittadini – 222mila tonnellate l’anno,...

Il Giappone ha deciso: scaricherà nell’Oceano Pacifico l’acqua radioattiva di Fuikushima Daiichi

Contrari Cina, Corea del sud, pescatori, cittadini e ambientalisti

Oggi il governo del Giappone ha deciso ufficialmente di scaricare in mare più di 1 milione di tonnellate di acqua contaminata proveniente dalla centrale nucleare di Fukushima, lesionata dal terremoto/tsunami dell’11 marzo 2011 e dalle successive esplosioni, una decisione che farà probabilmente arrabbiare la Cora del sud e la Cina. La Corea del sud aveva...

Greenpeace: ingiustificata la decisione di scaricare in mare l’acqua contaminata di Fukushima

Secondo l'associazione ambientalista il governo giapponese ignora diritti umani e leggi internazionali

Greenpeace Japan «condanna con forza la decisione del governo guidato dal Primo ministro Suga di disporre lo scarico nell’Oceano Pacifico di oltre 1,23 milioni di tonnellate di acqua reflua radioattiva stoccata in cisterne della centrale nucleare di Fukushima Daiichi. Questa decisione ignora completamente i diritti umani e gli interessi della gente di Fukushima e in generale...

Per riprendersi dalla crisi economica del Covid-19 è necessario un cambio di paradigma per clima e sviluppo

Guterres: per ridurre le disuguaglianze estreme, i governi prendano in considerazione una tassa di solidarietà o sul patrimonio

Il Financing for Development Forum and SDG Investment dell’ United Nations Economic and Social Council (ECOSOC), sta discutendo del finanziamento allo sviluppo ed è la piattaforma globale per la revisione delle iniziative sul finanziamento in linea con gli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) dell’Onu. L'evento di quest'anno punta a promuovere le azioni prioritarie per mettere il...

La Francia proibisce i voli aerei interni sulle medie distanze

L’Assemblée nationale approva il progetto di legge "climat et résilience" della convention citoyenne, ma per ambientalisti e sinistra è ancora troppo poco

Ispirandosi alle misure raccomandate dalla Convention citoyenne pour le climat (CCC), istituita dal presidente Emmanuel Macron nel 2019, l’Assemblée nationale francese ha approvato in prima lettura un progetto di legge che vieta alcuni voli interni in caso di collegamenti alternativi con il treno su tratte inferiori alle 2:30 ore. Il disegno di legge prevede anche...

Le reti gas già esistenti in Italia potranno trasportare idrogeno

Avviata da Rina la certificazione della rete Snam, la più estesa d’Europa: 33mila km di tubi

L’idrogeno è un vettore energetico (non una fonte di energia) individuato dall’Ue come strategico per supportare la decarbonizzazione del Vecchio continente, in associazione allo sviluppo delle fonti rinnovabili. La maggioranza di queste fonti infatti non è programmabile (come eolico e solare) e in molti casi i luoghi di produzione sono lontani da quelli di utilizzo,...

Smart grid per le rinnovabili, al via investimenti da 207 milioni di euro nell’Italia del sud

Il decreto del Mite ha definito la graduatoria per il finanziamento di interventi in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia

Le smart grid, ovvero le reti “intelligenti” per la distribuzione dell’energia elettrica, sono fondamentali per favorire la penetrazione delle energie rinnovabili intermittenti – come solare ed eolico – nel mercato, e l’Italia del sud ne avrà presto di nuove: il ministero della Transizione ecologica (Mite) ha approvato tramite decreto dirigenziale la graduatoria per il finanziamento...

I pesanti effetti economici e ambientali del cambiamento climatico sulle isole italiane

Uno studio sul futuro climatico ed economico delle isole europee e i casi di Sardegna e Sicilia

Il progetto SOCLIMPACT,  finanziato dal programma Horizon 2020, che si è appena concluso, dopo 40 mesi di lavori, ha riunito istituti di ricerca ed enti locali, università e società private, economisti e politologi, fisici e climatologi per capire cosa potrebbe succedere nei prossimi decenni nelle isole europee, da Cipro fino alle Azzorre, ma anche in...

Eruzione del vulcano La Soufrière: l'intera popolazione di Saint Vincent è senza acqua potabile

Il premier di Saint Vincent e Grenadines chiede e ottiene l’aiuto dell’Onu

L'eruzione della scorsa settimana del vulcano La Soufrière a Saint Vincent e Grenadine, ha lasciato senza acqua potabile ed elettricità l'intera popolazione dell'isola principale: Saint Vincent. Citando i rapporti dell'United Nations for the Coordination of Humanitarian Affairs (OCHA), il portavoce dell’Onu, Stéphane Dujarric, ha aggiunto che «Circa 20.000 sfollati sull'isola caraibica hanno attualmente bisogno di...

Animali in città: spesa pubblica in aumento, milioni di “clandestini”, grandi disparità tra territori

Legambiente Animal Help: «Prepararsi subito per prevenire maggiori sofferenze e abbandoni post pandemia»

Secondo la nona edizione dell’indagine “Animali in città”, presentata oggi online da Legambiente Animal Help, «La gestione degli animali nelle città italiane, nella sua disomogeneità, potrebbe essere un buon indicatore del caos amministrativo del Paese, dei suoi immensi divari tra aree geografiche e tra Comuni». Dall’indagine sui servizi offerti dalle amministrazioni comunali e dalle aziende sanitarie...

Allevamenti: la fine dell’era delle gabbie è possibile, ma i consumatori devono essere pronti a pagare di più la carne (VIDEO)

Passare a forme di allevamento alternative per gli animali da fattoria si può solo con misure di sostegno adeguate

Oggi, due ricercatori dell' Universiteit Utrecht, Bas Rodenburg e Maite van Gerwen, presentano al Parlamento europeo il rapporto “End the Cage Age - Looking for Alternatives” e la petizione “End the Cage Age”  - firmata da 1,4 milioni di cittadini dell'Ue tra il 2018 e il 2020 – che punta a porre fine alle gabbie...

I muri della morte nell’Oceano indiano

Greenpeace: la pesca con le reti derivanti minaccia i mezzi di sussistenza

Il nuovo rapporto “High Stakes: The environmental and social impacts of destructive fishing on the high seas of the Indian Ocean” pubblicato da Greenpeace International denuncia che «La pressione della pesca in alto mare nell'Oceano Indiano sta minacciando la salute degli oceani, i mezzi di sussistenza costieri e le specie iconiche, con i governi che non agiscono»....

Nuove trivelle in Adriatico, Legambiente, Marevivo e comitati: non è questa la Transizione ecologica

Europa Verde: “Trivelle si Eolico No”, uno scandalo che compromette la transizione energetica nel nostro Paese

Legambiente Emilia-Romagna contesta la decisione del ministero della transizione ecologica  di riprendere la stagione delle estrazioni di idrocarburi, quando allo stesso tempo i due progetti di rinnovabili di fronte alle coste romagnole sembrano avanzare lentamente. Infatti, tra i rinnovi di concessioni di coltivazione per l’estrazione di idrocarburi, alcuni progetti di messa in produzione di pozzi già realizzati e la perforazione...

Com'è cambiata la gestione dei rifiuti in Campania dall'arrivo dell'inceneritore di Acerra

«Ha dato una svolta determinante, ma la regione sconta ancora significative carenze infrastrutturali. La risposta dei cittadini campani è stata molto positiva sull’impegno per la differenziata, non altrettanto sulla disponibilità ad accogliere impianti al servizio della comunità»

La rivista Arpa Campania Ambiente ha intervistato il prof. Mario Grosso, che insegna Gestione dei rifiuti solidi al Politecnico di Milano. Da oltre dieci anni, con la collaborazione dell'Arpa Campania, il docente analizza l'evoluzione del sistema-rifiuti in questa regione. Riproponiamo a seguire il testo dell'intervista. Al Politecnico di Milano si studia la gestione dei rifiuti...

Ripartire dalle città con Clean Cities

Legambiente: «Le città italiane sono ancora molto lontane dagli obiettivi di mobilità e sicurezza fissati al 2030»

Il quadro finale che emerge dallo stress test della campagna Clean Cities di Legambiente non è dei migliori «Le città italiane sono ancora molto lontane dagli obiettivi di mobilità e sicurezza fissati al 2030. E’ quanto emerge in sintesi dal bilancio finale di Clean Cities, la nuova campagna itinerante di Legambiente che nell’ultimo mese ha acceso i...

I 3/4 dei cittadini di Roma e Milano vogliono lo stop alle vendite di auto diesel o benzina

Maxisondaggio YouGov commissionato da Transport & Environment: «Basta auto a motore termico»

I cittadini di Roma e Milano sembrano stufi di anni di smog, aria malsana, continui blocchi del traffico e misure d'emergenza e chiedono un cambiamento radicale: nelle due principali città italiane, circa tre quarti dei residenti si dicono favorevoli a vietare la vendita di nuove auto a benzina e diesel in Europa dopo il 2030....

Nel Pnrr progetti ad hoc per difendere il mare

Novità nel Piano annunciate dal ministro della Transizione ecologica in occasione della Giornata nazionale del mare

Il ministro della Transizione ecologica Roberto Cingolani, intervenendo nel corso della diretta Facebook organizzata dal Mite in occasione della Giornata nazionale del mare, ha annunciato che «Nel Recovery Plan stiamo prevedendo misure importanti per la tutela del mare. In particolare, la missione due, quella relativa alla transizione ecologica, prevede un grande progetto per il monitoraggio...

Incidente nell’impianto nucleare di Natanz, per l’Iran «è stato un atto terroristico»

Un avvertimento israeliano per i colloqui in corsi a Vienna per riaprire l’accordo nucleare con l’Iran?

«L'incidente avvenuto nella rete elettrica dell'impianto di arricchimento dell'uranio di Natanz è un atto di terrorismo». L’accusa arriva direttamente dal capo dell'Organizzazione per l'energia atomica iraniana (AEOI), Ali Akbar Salehí che ha aggiunto: «Condannando questo atto deplorevole, la Repubblica islamica del’Iran sottolinea la necessità per la comunità internazionale e l’International atomica energy agency di affrontare...

Fukushima: domani il governo giapponese decide se rilasciare acqua contaminata nell’oceano

Greenpeace: «Potrebbe causare enormi problemi per il futuro»

Domani il governo giapponese deciderà se rilasciare nell’Oceano Pacifici 1,23 milioni di tonnellate di acqua radioattiva proveniente dalle aree di stoccaggio della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, o meglio dal suo cadavere radioattiva dove continua una lunghissima e costosissima opera di “bonifica” dopo il terremoto/tsunami e il disastro nucleare dell’11 marzo 2011. Contro questa scelta...

Allarme radioattivo in 9 Stati del Messico per il furto di un'attrezzatura radiografica industriale

Un dispositivo pesante 25 Kg che contiene Iridium-192 e che può provocare lesioni permanenti e avere effetti fatali

La Comisión Nacional de Seguridad Nuclear y Salvaguardias (CNSNS) del Messico ha annunciato che, intorno alle 5 di mattina dell’11 aprile, lungo l una strada all’ingresso del Comune di Teoloyucan, nello Stato del México, e stata rubata con un’azione violenta «Un'attrezzatura radiografica industriale ad alto rischio per la salute se la sorgente radioattiva viene estratta dal...

Diritti umani e turismo responsabile, come viaggiare in modo davvero consapevole?

Dopo la pandemia sarà ancora più importante infatti conoscere e rispettare i contesti in cui ci troveremo a fare i turisti

In tanti paesi dove viaggiamo i diritti umani vengono calpestati. Ne soffrono le minoranze etniche e religiose, le donne e i minori; molto spesso le discriminazioni e repressioni riguardano gli orientamenti sessuali delle persone; talvolta l’intera popolazione è priva di libertà civili. Che cosa può fare il turista sensibile a questi problemi? Informarsi? Boicottare? Denunciare?...

La biodiversità della fauna selvatica fa bene alla nostra salute

Per prevenire future pandemie, dobbiamo ripristinare e proteggere la natura

Il nuovo studio “Impacts of biodiversity and biodiversity loss on zoonotic diseases”, pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS) da Felicia Keesing del Program in Biology del Bard College, Annandale e Richard S. Ostfeld del Cary Institute dell’Ecosystem Studies di Millbrook,  che sintetizza le attuali conoscenze su come la biodiversità influisce sulla salute...

Le api mellifere europee sono una minaccia per le api autoctone australiane

Per salvare gli impollinatori autoctoni bisogna proteggere l’ambiente e controllare la densità delle api da miele

Lo studio “Interactions between the introduced European honey bee and native bees in urban areas varies by year, habitat type and native bee guild”, pubblicato sul Biological Journal of the Linnean Society  da Kit Prendergast, Kingsley Dixon e Philip Bateman della School of molecular and life sciences della Curtin University,  dimostra che l'introduzione dell'ape europea in Australia...

GreenToscana