Geopolitica

Tap

Nabucco senza gas. L’Azerbaigian sceglie il Tap per portare in Italia energia dal Mar Caspio

Il progetto del gasdotto "Nabucco" ha subito un colpo probabilmente mortale: l’Azerbaigian ha annunciato che non riceverà il gas dal giacimento azero "Shah Deniz-2". Così il "Nabucco", progettato come l’alternativa al "South Stream", attraverso il quale il gas russo raggiungerà l’Europa meridionale collegando entro il 2015 i terminali di Novorossisk e dell'Europa occidentale sul Mar...

gas

Rivoluzione nel gas russo? Incerto il futuro di Gazprom

Verso l’abolizione della strana tariffazione equa che conviene solo al monopolista del gas russo

Oggi Ria Novosti titola “Gazprom senza avvenire” un articolo nel quale da conto di quanto detto ieri al forum "La Russia degli affari" dal primo ministro Dmitri Medvedev. Il premier russo ha spiegato che «Il governo potrebbe rinunciare al concetto di tariffazione equa, che Gazprom applica alle forniture di gas sui mercati interno ed esteri». Secondo...

cina partito

Contrordine compagni? In Cina «Nuovo modello di crescita nel solco del socialismo»

Ma internet svela troppi casi di corruzione

Il presidente cinese  Xi Jinping ha indicato la nuova linea ai compagni dell’Ufficio politico del Comitato centrale del Partito comunista cinese (Pcc), una linea che somiglia molto a quella vecchia con un rinserramento politico-ideologico. Gli alti papaveri del Pcc sono stati invitati ad «Approfondire la comprensione sia della situazione nazionale che internazionale» e Xi, che...

Afganistan risorse

Afghanistan, solo una gestione sostenibile delle risorse può portare la pace

Proprio mentre i talebani attaccavano il palazzo presidenziale a Kabul, la United Nations assistance mission in Afghanistan (Unama) e l’Environment programme Onu rendevano noto il rapporto “Natural Resource Management and Peacebuilding in Afghanistan” che apre uno spiraglio su come lo sfortunato Paese asiatico potrebbe uscire dalla Guerra proprio dalla stessa porta dalla quale c’è entrata:...

europa

Diplomazia climatica: ecco le conclusioni del Consiglio esteri dell’Unione europea

Il Consiglio dei ministri degli esteri dell’Ue ha approvato in Lussemburgo le conclusioni sulla diplomazia climatica europea che definiscono le posizioni che l’Ue terrà alla Conferenza delle parti dell’Unfccc di Varsavia. Ecco i 9 punti approvati: 1. Il cambiamento climatico è una sfida globale decisiva che, se non gestita con urgenza, metterà a rischio non...

Obama

Riduzione dell’arsenale nucleare: ecco perché Putin dice no ad Obama

Il presidente Usa ha almeno il merito di aver rivelato tutta l’ipocrisia atomica delle grandi potenze

Il presidente Usa Barack Obama ha proposto da Berlino alla Russia una nuova sostanziosa riduzione di un terzo degli arsenali nucleari strategici e tattici, ma la risposta di Mosca è stata glaciale ed oggi il governo russo prende ancora più le distanze dal presidente Usa, accusato  di voler istituire una No-fly zone in Siria e...

war

Afghanistan: l’inutile guerra e i venti di pace

Gli Usa trattano con i nemici talebani e Kabul rompe l’accordo con Washington

Che la guerra afghana fosse stata un inutile bagno di sangue era noto, ma l’annuncio  che gli Usa e i talebani si incontreranno a Doha, la capitale del Qatar, dove i talebani hanno aperto un “ufficio politico”, per discutere del processo di pace è la dimostrazione plastica dell’insensatezza ideologica che ha spinto gli americani, docilmente...

rivolte brasile 1

Brasile, la rivolta contro gli sprechi e per il trasporto pubblico costringe il governo a tornare a sinistra

Ma São Paulo non è Istanbul. Il Partido dos Trabalhadores: «Il popolo per strada è la nostra storia»

Il Brasile non è la Turchia. “A rua de volta a quem ela pertence”, la strada è tornata a chi appartiene, dice Greenpeace Brasil commentando le grandi manifestazioni che non si vedevano da tempo. Come in Turchia sono questioni ambientali e sociali (trasporti pubblici e spreco di denaro per i campionati del mondo di calcio) ad...

pace mali

Fine della guerra in Mali? Accordo di pace tra governo e ribelli tuareg

Il governo del Mali e i gruppi ribelli tuareg del Mouvement national de libération de l'Azawad (Mnla, che aveva dichiarato l’indipendenza dell’Azawad nel 2012) e dell’Haut conseil pour l'unité de l'Azawad (Hca) hanno firmato ad Ouagadougou, la capitale del Burkina Faso, un accordo preliminare per tenere le elezioni presidenziali il 28 luglio. L’accordo riconosce pienamente...

Istanbul

Turchia, ferito ed arrestato e un fotoreporter toscano. Rossi: «Intervenga subito il governo»

Il regime attacca i manifestanti e minaccia i sindacati

Mentre la situazione in Turchia degenera in uno scontro tra il regime “moderato” islamico ed i giovani che occupano piazza Taksim, mentre la polizia viola ripetutamente i diritti umani, arresta medici ed infermieri che hanno soccorso i feriti  ed utilizza sostante urticanti sparate sui manifestanti direttamente dai cannoni ad acqua piazzati sulle autoblindo, le forze...

iran festa

Presidenziali in Iran, il vincitore a sorpresa non sorprende sul nucleare

A rileggere le previsioni (sbagliate) sulle elezioni presidenziali iraniane ci si rende conto di quanto poco l’Italia sappia di quel Paese e con quanto pregiudizio i media italiani (fortunatamente non tutti) affrontino una realtà che è molto più complessa e sfaccettata di quella che viene quotidianamente semplificata. Il problema e che la semplificazione e la...

petrolio iraq

E così la guerra dell’Iraq è servita a rifornire di petrolio la Cina

Quando l’esercito Usa nel 2003 invase l’Iraq, accompagnato dalla “Coalizione dei volenterosi” che comprendeva anche l’Italia, tutti sapevano che dietro le improbabili armi di distruzioni di massa di Saddam Hussein c’era una guerra per il petrolio e tutti, a partire dagli americani, sapevano e speravano che quei pozzi di petrolio ai quali appiccava il fuoco...

Repubblica Centrafricana

A chi interessa il dramma della Repubblica Centrafricana?

L’inferno in terra dopo il golpe delle milizie Séléka

Nel cuore dell’Africa da qualche mese si è aperto un buco nero del quale non sembra interessarsi quasi nessuno; eppure, nel pozzo di una terribile situazione umanitaria e della sicurezza è precipitato un intero Paese, la Repubblica Centrafricana (Rca) con i suoi 4,6 milioni di abitanti, con decine di migliaia di persone che hanno bisogno...

corea del nord corea del sud

Fine del bluff atomico nordcoreano. Riprendono i colloqui tra le due Coree

La Cina tira un sospiro di sollievo: «Ritornate ai colloqui del G6»

Sembra finita come (quasi) sempre in un bluff: la Corea del Nord (Repubblica democratica popolare di Corea - Rpdc) e la Corea del Sud (Repubblica di Corea – Rc ), dopo i test nucleari, i lanci di missili e le dichiarazioni bellicose del Nord di distruggere Washington, Seoul e Tokyo con un arsenale atomico che...

Turchia

Scontri in Turchia: per gli eurodeputati Erdogan non è tollerante

«Gli attuali disordini in Turchia sottolineano l’assenza di una cultura del compromesso e l’incapacità di tollerare i dissidenti nella democrazia turca», è questo il duro giudizio degli eurodeputati della commissione affari esteri che ha concluso la loro riunione di ieri pomeriggio. I parlamentari europei hanno anche criticato «La reazione tardiva dell’alto rappresentante per gli affari...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 30
  5. 31
  6. 32
  7. 33
  8. 34
  9. 35
  10. 36
  11. 37