Geopolitica

Siria vignetta

Siria, bagatelle per un massacro

Ecco l’assioma: la gang Assad è il peggior flagello che hanno dovuto subire e che continuano a subire, non per molto ancora però, la Siria, i suoi sunniti, i suoi cristiani ed i suoi alauiti. E, sicuramente, il Libano.  Quale/i che sia/no il successore/i, questo sarà, in paragone, come il gusto ultra-dolce di barazeks appena...

no war

Il 7 settembre, giornata di digiuno e di preghiera per la pace in Siria, in Medio Oriente e nel mondo

Accolto l’appello di Papa Bergoglio

Quella del 7 settembre sarà una giornata importante. E spero che ci saremo tutti. Ciascuno a suo modo, con il suo credo e le sue convinzioni. Sarà la prima grande manifestazione di pace contro la guerra in Siria e "i drammatici sviluppi che si prospettano." L'ha indetta ieri con grande forza e coraggio Papa Francesco rompendo...

ban-ki-moon

Ban Ki-moon ai G20: «Mobilitatevi per lo sviluppo sostenibile»

Mentre i cacciabombardieri scaldano i motori e le navi posizionano i missili per un’attacco alla Siria che rischia di acuire i sintomi di un’incipiente guerra fredda tra occidente ed oriente del mondo, il segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon lancia un appello per lo sviluppo sostenibile alla vigilia di un summit dei G20 a San Pietroburgo...

siria

Siria, Legambiente dice no alla guerra. La pace passa dal cessate il fuoco immediato

L'appello: il movimento pacifista italiano torni a farsi sentire. No all’intervento militare e sì a un nuovo tavolo delle trattative sul Mediterraneo

Mentre nell’intricato groviglio di sangue confessionale in Siria si sono perse le tracce della ragione e del torto, nella ferocia della dittatura nazional-socialista di Assad e nell’annichilimento delle forze democratiche di opposizione da parte di altrettanto feroci milizie jihadiste, mentre Hollande rispolvera il neocolonialismo gollista del mandato francese in Medio Oriente ed ignora che quei...

saddam

Foreign Policy: «Gli Usa negli anni ’80 aiutarono Saddam negli attacchi chimici contro Iran e Kurdi»

Documenti Cia declassificati imbarazzano chi pensa ad un attacco contro la Siria

Gli Usa, sollecitati da Francia e Gran Bretagna e dalle monarchie arabe del Golfo, stanno prendendo in considerazione un’azione militare contro il regime nazional-socialista siriano, per punirlo degli attacchi chimici alla periferia di Damasco. Ma russi e iraniani, che appoggiano la tesi del regime di Bashir Al Assad, dicono di avere le prove che l’attacco...

Last Time

Appello urgente per la pace nel Mediterraneo e in Medio Oriente

Sveglia! Non c'è più tempo per l'indifferenza e l'ipocrisia. Agire è difficile. Non farlo sarà catastrofico. Sveglia! Quello che sta succedendo ad un passo dai nostri confini (in Siria, Egitto ma non solo) è estremamente pericoloso. E richiede la nostra attenzione urgente perché riguarda molto da vicino la vita nostra e dei nostri figli. Chi...

mubarak

Egitto e Siria, le strane guerre per procura di (e tra) Qatar e Arabia Saudita

Mentre in Siria, dove lo scambio di accuse sull’utilizzo di armi chimiche si fa sempre più feroce, Qatar ed Arabia Saudita sono insieme nel sostegno alle milizie islamiche contro l’apostata regime nazional-socialista dell’alauita Bashir Al Assad, in Egitto le cose tra i due più potenti Paesi della penisola arabica non vanno altrettanto bene. Mentre l’Unione...

somalia_20121127_msf127236

Somalia: Medici Senza Frontiere costretta a fare le valigie

Le speranze che la situazione somala potesse cambiare radicalmente e tornare lentamente alla normalità con l’appuntamento elettorale dello scorso anno (settembre 2012), concluso con l'elezione del presidente Hassan Sheikh Mohamoud e con l'instaurazione di un governo stabile, sono andate vane. Nel Paese continua il clima da guerra civile e ciò è confermato da una notizia...

Uranio zimbabwe

«Nessun accordo segreto per rifornire di uranio l’Iran»

Lo Zimbabwe ha negato di aver firmato un accordo segreto con l’Iran per rifornire di uranio grezzo la Repubblica islamica ed ha emesso un mandato di cattura contro i due giornalisti britannici del Times che avrebbero pubblicato una storia «Falsa, attizzando le inquietudini della comunità internazionale». Il viceministro delle miniere e dello sviluppo del settore...

popoli indigeni

Giornata internazionale dei popoli indigeni, l’Ue si schiera per i diritti delle popolazioni autoctone

Survival: ecco la “genialità sostenibile” dei popoli tribali

L’Europa, con la sua sanguinosa storia di imperialismo, colonialismo e neocolonialismo ha molto da farsi perdonare dai popoli autoctoni del mondo e molte delle loro disgrazie, a volte del loro genocidio, sono scritte nelle pagine più oscure della nostra storia e del nostro benessere, nella ricchezza di molte multinazionali europee (e anche italiane) che rapinano...

Mugabe

Zimbabwe: (ri)vince l’eterno Mugabe e (ri)trucca le elezioni

Secondo l’Ong Zimbabwe Election Support Network (Zesn), che aveva inviato 7.000 osservatori per controllare le elezioni presidenziali e legislative nello Zimbabwe, «Questa non è un’elezione, è una farsa». La pensa così anche Morgan Tsvangirai, a capo del Movement for Democratic Change-Tsvangira (Mdc-T) e primo ministro del governo di salvezza nazionale imposto da occidentali e sudafricani,...

tunisia

Omicidio di Mohamed Brahmi, la Tunisia allo scontro finale tra sinistra e islamisti?

L’opposizione: «No pasaran! Dio protegga la Tunisia dagli islamisti fascisti e nemici del progresso»

In Tunisia lo scontro tra due diverse concezioni del potere e della democrazia è stato segnato dal sangue di una nuova morte, ancora una volta di un uomo di sinistra: il nuovo capo dell’opposizione Mohamed Brahmi, giustiziato con almeno 11 colpi di pistola nella sua auto, davanti a casa sua, nella Cité El Ghazala, alla...

05-28-2013bedouin

L’Onu a Israele: «No alla demolizione di 35 villaggi e allo spostamento forzato di 40.000 beduini»

L’Alto commissario Onu per i diritti umani, Navi Pillay, ha esortato Israele a «riconsiderare il progetto di legge che comporterebbe la demolizione di 35 villaggi beduini e forzerebbe 40.000 membri di questa comunità ad abbandonare le loro terre ancestrali». Pillay ha ricordato al governo di centro-destra israeliano che «in quanto cittadini di Israele, i beduini...

Abe vittoria

Giappone, stravince la destra nuclearista e militarista

Sembra l'Italia: il premier Abe non ha i numeri per cambiare la Costituzione pacifista

Dopo 6 mesi di governo, il primo ministro del Giappone Shinzo Abe e la sua coalizione di centro-destra formata dal Partito liberaldemocratico (Ldp) e dal Nuovo Komeito  (Nk) buddista  ha conquistato anche la Camera Alta, il nostro  Senato, l’altro ramo della Dieta che era ancora in mano all’opposizione. Ogni 3 anni viene rieletta  la metà...

Wto rapporto

Rapporto Wto: gestione più attenta delle risorse ed uno sforzo maggiore per affrontare le questioni ambientali

Dalla rapida evoluzione del commercio mondiale nuove sfide per le politiche pubbliche

Secondo il “World Trade Report 2013 - Factors shaping the future of world trade” dell’Organizzazione mondiale del commercio (Wto), «il futuro del commercio mondiale e del sistema commerciale mondiale sarà  plasmato da diversi fattori economici, politici e sociali». Presentando il rapporto, il direttore della Wto Pascal Lamy ha detto: «Dimostra l’affermazione della globalizzazione e l’aumento...

missili panama

Traffico di missili a Panama, anche la Corea del Nord ammette «Trasportavamo armi obsolete»

Anche la Corea del Nord, dopo Cuba, ha ammesso che la sua nave Chong Chon Gang sequestrata a Panama stava trasportando armi occultate sotto un carico di zucchero ed  ha chiesto che l’equipaggio venga rilasciato. Secondo quanto scrive oggi la Korean central news agency (Kcna), l’agenzia ufficiale del regime nazional-stalinista di Pyongyang, un portavoce degli...

Cargo panama armi 5

Traffico di missili sulla nave nordcoreana a Panama, i cubani cercano di minimizzare

Aerei, missili e armi mandati a "revisionare" nella Rpdc

Secondo il ministero cubano degli esteri, il cargo Chong Chon Gang delle Repubblica democratica popolare di Corea (Rpdc) sequestrato nel Canale di Panama perché trasportava armi pesanti e missili e loro componenti sotto un carico di zucchero cubano, trasportava «Armi difensive obsolete». La difesa cubana sembra molto imbarazzata, infatti la nave nordcoreana proveniente da Cuba...

emissioni ets carbonio carbone co2

Banca mondiale, addio al carbone? Oggi la nuova strategia energetica

Oggi, a Washington, il consiglio direttivo della Banca mondiale discuterà il nuovo testo della strategia energetica dell'istituzione leader dello sviluppo a livello planetario. “Verso un futuro energetico sostenibile per tutti” è il titolo della strategia negoziata negli ultimi due anni dai principali governi che controllano la World Bank, con non pochi conflitti. Al centro delle...

caccia f35

Caccia F35, l’operazione va avanti: il Senato approva la mozione di maggioranza

Il governo, in deficit di credibilità internazionale col caso Ablyazov, per la sicurezza estera continua a puntare sui cacciabombardieri

Dall’aula del Senato come previsto non è uscita nessuna buona nuova sugli F35. L'assemblea ha concluso l'esame delle mozioni sulla partecipazione dell'Italia al progetto dell'aereo F35, approvando la mozione di maggioranza (n. 107), che vede come primo firmatario  Zanda (Pd). Nessuna modifica tra l’altro è stata introdotta al testo licenziato dalla Camera e quindi ora...

missili nordcoreani

Panama shock, scoperta nave nordcoreana con missili nascosti sotto un carico di zucchero cubano

Secondo il giornale PanamaAmerica, «Le autorità panamensi stanotte hanno sequestrato una nave nel porto di Manzanillo, nella provincia de Colón, con materiale bellico proveniente da Cuba e con bandiera della Corea del Nord». A dare la notizia del traffico internazionale di armi che attraversava il Canale di Panama è stato il presidente della Repubblica in...

Corruzione

Il barometro mondiale della corruzione segna tempesta, anche in Italia

Secondo il “Global corruption barometre” pubblicato oggi da Transparency International, «quest’anno il livello di corruzione nel mondo è aumentato, così come la volontà di combattere questo flagello». Il rapporto si basa sui risultati di un ampio sondaggio che ha coinvolto 114.000 persone in tutto il mondo. Come in tutti i sondaggi le contraddizioni non mancano:...

egitto

Iran: «Un’estate di piombo o un inverno glaciale potrebbero succedere alle primavere arabe»

Anche Hamas dalla striscia di Gaza ha condannato il massacro di decine di Fratelli Musulmani a Il Cairo stamani all’alba, quando un gruppo di provocatori armati, forse cecchini e provocatori legati alle forze che appoggiano il deposto dittatore Hosni Mubarak, hanno tentato di prendere d’assalto la sede della Guardia Repubblicana. I militari hanno risposto al...

siria fame

Siria, in quattro milioni non riescono a produrre o acquistare cibo sufficiente

Rapporto Fao/Wfp: «Se la guerra continua rischio fame nel 2014»

Secondo il rapporto di Fao e World food programme (Wfp/Pam) Crop and food security assessment mission to the Syrian Arab Republic «La situazione della sicurezza alimentare in Siria si è considerevolmente deteriorata nell'ultimo anno e la produzione agricola diminuirà ulteriormente nei prossimi 12 mesi se il conflitto perdura. La produzione agricola e l'allevamento del bestiame,...

Morsi

Il golpe egiziano, le sue ragioni e i suoi pericoli

Con il golpe contro il presidente Mohammed Morsi e l’arresto di tutti i leader dei Fratelli Musulmani, i militari egiziani hanno messo fine al primo (e fallimentare) vero esperimento democratico in Egitto dopo la rivoluzione dei gelsomini, da loro permessa ed instradata fino all’accordo con i “moderati” islamici che hanno portato al potere Morsi. Hanno fatto...

Nigeria energia

Energie rinnovabili, l’Ue in aiuto della Nigeria per uscire dalla maledizione del petrolio

Piebalgs: «L'80% della popolazione rurale in Nigeria non ha accesso all'elettricità»

La Nigeria è uno dei Paesi più colpiti dalla maledizione del petrolio e del gas, fino ad ora i combustibili fossili hanno portato solo inquinamento, malattie e guerre, mentre gli introiti degli idrocarburi finiscono nelle tasche dei politici corrotti e la gente muore arsa viva mentre cerca di rubare un po’ di carburante dalle condotte...

Xi JinPing

Il dragone cambia strada: «II Partito comunista cinese deve sbarazzarsi dell’ossessione del Pil»

Le prime manifestazioni d'insofferenza verso il Pil, l'indice che riassume nel Prodotto interno lordo una misura di progresso, arrivano a lambire anche la Cina. Intervenendo ad una riunione di lavoro sulle risorse umane alla vigilia del 92esimo anniversario della fondazione del Partito comunista cinese (Pcc), Xi Jinping, presidente Repubblica popolare della Cina e segretario generale...

Lituania presidenza

Al via la presidenza di turno lituana dell’Ue, al centro energia e Mar Baltico

La Croazia 28esimo Stato membro

Oggi è iniziata la prima presidenza di turno dell’Unione europea da parte di un Paese baltico dell’ex Urss, la Lituania, proprio mentre fa l’ingresso nell’Ue il secondo Paese dell’ex Jugoslavia, la Croazia, che porta così a 28 gli Stati membri dell’Ue. I lituani succedono agli irlandesi ed hanno presentato il programma per i prossimi 6...

croazia ue

Benvenuta Croazia, anche ambientalmente parlando

Dalla mezzanotte e un minuto di oggi, 1 luglio 2013, la Croazia è ora il 28° Stato membro dell'Unione europea, e il 33° paese membro dell’Agenzia Europea per l’Ambiente (www.eea.eu). Molti europei conoscono la Croazia per il suo mare cristallino e le bianche spiagge, ma la biodiversità del paese è anche una parte importante dell’ecosistema...

Mandela

Il mio Nelson Mandela è più alla moda del tuo

Amo Nelson Mandela! Lo amo molto! C’è d’altronde un africano che può osare non dichiarare di amarlo? Qui amiamo Nelson Mandela, ce lo hanno fatto amare prima che scoprissimo le sue imprese. Ne abbiamo scoperto il nome fin dalla scuola primaria, intimamente legato a delle metafore molto belle: “il Padre della Nazione Arcobaleno”,  “L’eroe della...

Giappone Maldive

Accordo Giappone-Maldive: tecnologie low carbon in cambio di quote di emissioni

Secondo quanto scrive Jiji Press, «il Giappone e le Maldive hanno firmato un accordo per lo scambio di tecnologie low carbon giapponesi contro quote di emissioni di gas serra delle Maldive». L’accordo è stato sottoscritto a Onna, nell'isola di Okinawa in Giappone, a margine di una conferenza internazionale sulla protezione delle barriere coralline, dal Ministro...

  1. Pagine:
  2. 1
  3. ...
  4. 31
  5. 32
  6. 33
  7. 34
  8. 35
  9. 36
  10. 37
  11. 38