Green economy, Italia chiama Europa: scenari e strategie per una conversione ecologica

[26 febbraio 2015]

Domani venerdì 27 febbraio l’esecutivo del Partito Verde Europeo si riunirà in Italia per incontrare ecologisti italiani e per discutere di economia verde nel corso dell’evento pubblico “Green Economy, Italia chiama Europa” che si svolgerà presso la Fondazione Levi a Venezia. L’incontro di Venezia non solo sarà un importante appuntamento per il rilancio dell’ecologismo politico italiano ma rappresenta un’occasione di discussione sul futuro di economia e di società che si vuole costruire in Italia e in Europa. La scelta di Venezia, città sconvolta dallo scandalo delMose, una mega-opera contro la quale si sono sempre battuti i Verdi italiani e che si è dimostrata essere una centrale di corruzione e malaffare non è casuale: particolare importanza sarà, infatti, riservato anche al prossimo appuntamento elettorale in Veneto e a Venezia, che rappresenta un importantissimo laboratorio politico per il futuro dell’ecologia politica in Italia.

La giornata prevede tre appuntamenti pubblici di cui potrete trovare i dettagli nel programma allegato e nei quali si alterneranno gli interventi di numerosi protagonisti dell’ecologia politica sia a livello italiano che europeo oltre che esperti e imprenditori della Green Economy

Il primo una conferenza stampa dalle ore 13.00 alle ore 14,00 alla quale sarà presente insieme agli esponenti ecologisti europei ed italiani il candidato alle primarie per la scelta del sindaco, Felice Casson. Il secondo dalle 17.30 alle 18.45 un seminario “Italia chiama Europa”. Il terzo dalle 18.45 alle 20.00 una tavola rotonda“Una scelta verde, un futuro Green”.

Insieme ai coportavoce Partito Verde Europeo Monica Frassoni e Reinhard Butikofer,al segretario generale Mar Garcia Sanz (Iniciativa per Catalunya Verds, Spain) e al tesoriere Lena Lindström (Miljöpartiet de gröna, Sweden) sarà presente l’organismo al completo composto da Gwendoline Delbos-Corfield (Europe Ecologie/Les Verts, France) Steve Emmott (Green Party of England & Wales, UK) Panu Laturi (Vihreät – De Gröna, Finland) Saraswati Matthieu (Groen, Belgium). Vasta anche la partecipazione di ecologisti italiani che si alterneranno nel seminario e nella tavola rotonda. Dai co-portavoce dei Verdi italiani Luana Zanella e Angelo Bonelli al senatore Bartolomeo Pepe che ha recentemente aderito ai Verdi italiani, dallo storico ecologista veneziano e già assessore all’ambiente del Comune di Venezia Gianfranco Bettin e Maurizia Giusti, alias Susy Blady, protagonista di Turisti per caso e capolista ecologista nelle ultime elezioni europee nella circoscrizione orientale, passando per i co-portavoce di Green Italia Oliviero Alotto e Annalisa Corrado passando per Davide Sabbatin di Green Italia e animatore dell’iniziativa politica Padova 2020, il presidente di Legambiente Veneto Luigi Lazzaro, Franca Marcomin portavoce dei Verdi del Veneto,Francesco Ferrante di Green Italia, e Domenico Finiguerra che racconterà l’esperienza dei comuni virtuosi. Saranno inoltre presenti protagonisti del mondo della green economy da Claudia Bettiol (presidente di Energitismo) a Mario Cavallo(docente di Green Economy), da Antonio Compagnoni (IFOAM Italia) a Valentino Corradi, Amministratore delegato di IMO, da Luigi Esposito (Docente Gestione Risorse Faunistiche), da Stefano Riva (AD Weleda Italia) a Fabio Roggiolani (Eco imprenditore nel campo della geotermia), da Maria Sangiuliano Bao (Deputy director ECWT) a Michele Masé (StudioSMA).

Ecco il programma dettagliato delle iniziative previste il 27 febbraio a Venezia

Ore 13,00 / 14,00 conferenza stampa
Conferenza Stampa con il Candidato alle primarie per la scelta del Sindaco, Felice Casson.

Saranno presenti tra gli altri Gianfranco Bettin, già assessore all’ambiente del Comune di Venezia, promotore della Lista 2020VE, Franca Marcomin, co-portavoce Verdi del Veneto, Luana Zanella e Angelo Bonelli, co-portavoce nazionali dei Verdi, Monica Frassoni co-presidente del Partito Verde Europeo, Annalisa Corrado e Oliviero Alotto co-portavoce di Green Italia.

Ore 17,30 / 18,45
Green Economy: Italia chiama Europa
Scenari e strategie per una riconversione ecologica

Introducono Luana Zanella e Maurizia Giusti, rispettivamente co-portavoce dei Verdi e capolista ecologista alle ultime elezioni europee nella circoscrizione nord-est.

Davide Sabbadin, Green Italia Verdi UE – Green Economy in Italia ed in Veneto
Bartolomeo Pepe, senatore dei Verdi – Ecomafia, i crimini contro l’ambiente.
Gianfranco Bettin, già assessore all’ambiente del Comune di Venezia – Parco della Laguna e riconversione di Porto Marghera
Angelo Bonelli, co-portavoce Verdi – una proposta ecologista per l’Ilva di Taranto
Domenico Finiguerra – l’esperienza dei comuni virtuosi
Reinhard Bütikofer, europarlamentare, co-presidente Partito Verde Europeo – Green New Deal: una proposta alternativa per il Piano d’Investimenti per l’Europa.
Conclusioni: Francesco Ferrante di Green Italia

Ore 18,45 / 20,00
Una scelta Verde, un futuro Green
Esperienze e proposte politiche, culturali, imprenditoriali

Coordina: Luigi Lazzaro, presidente Legambiente Veneto

Partecipano:
Claudia Bettiol, Presidente di Energitismo
Marino Cavallo, docente Green Economy
Antonio Compagnoni, IFOAM Italia,
Valentino Corradi, amministratore delegato IMO
Luigi Esposito, docente gestione risorse faunistiche
Stefano Riva, amministratore delegato Weleda Italia
Fabio Roggiolani, eco-imprenditore, esperto geotermia
Maria Sangiuliano Bao, deputy director ECWY
Michele Masè, studio SMA
Conclusioni: Monica Frassoni, co-presidente del Partito Verde Europeo