Incontri con la natura – Alimentazione, ambiente e biodiversità

[30 giugno 2016]

Il secondo appuntamento  sull’alimentazione, biodiversità e sostenibilità ambientale, targato IDiMed si terrà presso i locali dell’ex monastero Benedettino di San Nicolò La Rena a Nicolosi, sede del Parco dell’Etna, il prossimo 30 giugno 2016.

“L’incontro con la Natura” fa parte delle  azioni del Piano regionale di Educazione all’Ambiente ed alla Sostenibilità, dell’Agenzia ARPA Sicilia – Laboratorio regionale InFEA a titolarità dell’Assessorato regionale Territorio ed Ambiente e del Dipartimento Ambiente.

L’EVENTO METTE IN PRIMO PIANO DUE PATRIMONI DELL’UNESCO: LA DIETA MEDITERRANEA  E IL VULCANO ETNA

L’evento si svolgerà con il coinvolgimento di Enti pubblici e del Privato Sociale attraverso l’attivazione di un network territoriale con l’obiettivo di redigere una  “Carta d’intenti” finalizzata alla realizzazione di una programmazione condivisa in materia di educazione ambientale e di tutela del patrimonio naturale e culturale. Rappresenta infatti, l’appuntamento dei soggetti che aderiscono al Sistema regionale InFEA della  Sicilia Orientale e comprende quindi le province di CT, ME, RG, SR ed EN.

La giornata prenderà il via alle ore 10.00 con la registrazione dei partecipati e la passeggiata nel Sentiero del Germoplasma guidata dal prof. Rosario Schicchi, ordinario di Botanica Sistemica dell’Università di Palermo, alla scoperta delle verdure del territorio e della biodiversità vegetale presente nel campo collezione della Banca del Germoplasma.  Sarà inoltre presentato il libro “Guida alle Verdure Spontanee di Sicilia” a cura del prof. Rosario Schicchi e Anna Geraci, edizioni IDiMed e alcuni sussidi didattici di Educazione all’Ambiente ed alla Sostenibilità per i  centri Ceas  e le  agenzie formative. Tra gli interventi in programma che tratteranno gli aspetti gastronomici, ambientali e  identitari della Biodoversità Siciliana: Luciano Cosentino, direttore del Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente dell’Università di Catania, Pietro Signorello, già micologo dell’Università di Catania, Giannina Caruso, presidente di Etnawelcome, Saro Gugliotta, presidente regionale slow food Sicilia

A seguire la presentazione del “Sistema Regionale InFEA: una rete per la sostenibilità”  a cura del Responsabile ARPA Sicilia, Calogero Di Chiara,  Domenica Lucchese, ARPA Messina  e di altri referenti territoriali.

Chiuderà i lavori della mattina una degustazione di prodotti dell’eccellenza agroalimentare Siciliana, tipici del territorio, a cura della Cooperativa al femminile Etnawelcome. Tradizione e innovazione con la pasta del consorzio Ballatore e  con una selezione di vini delle cantine maggiormente rappresentative della strada del vino dell’Etna

Apre il pomeriggio, la presentazione del catalogo multimediale “ETNA patrimonio dell’Umanità” a cura del vulcanologo Salvo Caffo. I lavori proseguono con la tavola rotonda  “MAB UNESCO: Parco dell’Etna, Taormina, valli dell’Alcantara e dell’Agrò” coordinata da Agata Puglisi, responsabile del gruppo UNESCO MAB, a cui partecipano Francesco Cancellieri Sistema INFEA  – componente Comitato  Scientifico Unesco DESS,  Vincenzo Piccione, docente dell’Università degli Studi di Catania  e Componente CTS Associazione C.E.A. Messina onlus, Paolo Guarnaccia, docente del Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente dell’Università di Catania, Paolo Patanè, direttore CUNES, Valeria Carastro, Direttore dell’Associazione delle Strade del Vino dell’Etna

Il dibattito si concentrerà sull’importanza del MAB (Man and the Biosphere) UNESCO che mira a migliorare il rapporto tra uomo e ambiente e ridurre la perdita di biodiversità. Scopo delle Riserve della Biosfera è infatti promuovere e gestire una relazione equilibrata fra la comunità umana e gli ecosistemi, creare siti privilegiati per la ricerca, la formazione e l’educazione ambientale, oltre che poli di sperimentazione di politiche mirate di sviluppo e pianificazione territoriale.

Nel corso della manifestazione sarà possibile visitare la mostra fotografica “Etna: punti di vista” che espone le foto estratte da un progetto personale di Stefano Pannucci, funzionario geologo di Arpa Sicilia. Sarà possibile ripercorrere l’emozione provata dall’autore stesso, appassionato di geologia e di fotografia, nell’osservare da insoliti punti di vista le molteplici sfaccettature del paesaggio vulcanico dell’Etna.  Chiuderà la giornata il Direttore Generale dell’IDiMed, Francesca Cerami con un intervento su “identità, salute e sviluppo sostenibile”.

di Francesco Cancellieri, presidente Associazione centro educazione ambientale (Cea) Messina onlus