John Mpaliza, in marcia contro i “minerali insanguinati”

[31 marzo 2016]

foto John Mpaliza 2

Da 7 anni attraversa l’Europa per raccontare a cittadini, autorità pubbliche e leader politici quel che accade nel suo Paese: John Mpaliza, carismatico e coraggioso congolese, denuncia una guerra a lungo passata sotto il silenzio della comunità internazionale. «Una guerra economica che gira intorno al coltan, minerale prezioso perché usato in tutti gli apparecchi elettronici, pc, cellulari, tv ecc» spiega John. «Il conflitto in Congo ha mietuto più di 6 milioni di morti e altrettanti profughi, migliaia di donne stuprate, e sono state completamente distrutte scuole, ospedali, infrastrutture…».

Per denunciare i crimini di guerra e sensibilizzare sui danni del coltan – materiale radioattivo spesso estratto da minatori bambini – John si mette ogni anno in marcia: Santiago, Bruxelles, Roma, Helsinki alcune delle tappe toccate dalla sua marcia, che sta iniziando a dare i suoi risultati: l’anno scorso il Parlamento europeo, spinto dall’esempio di John e dei suoi sostenitori, ha votato l’obbligo di trasparenza sulla provenienza delle materie prime usate dalle industrie, contro il commercio illegale di coltan e altri minerali.

In attesa che questa decisione venga ratificata dal Consiglio Ue, John ha deciso per il 2016 di portare la sua marcia in Africa: una scelta non priva di rischi, ma irrinunciabile perché «i congolesi stessi non sono al corrente dei veri interessi che ruotano attorno al coltan e al suo commercio».

John Mpaliza sarà a Torino dal 12 al 17 aprile, ospite dell’associazione CISV che ha sposato la sua causa e ogni anno lo sostiene nella sua marcia per la Pace.

Tra gli appuntamenti di Torino e provincia aperti al pubblico ricordiamo: