La Nato a Tor del Sale

[30 aprile 2015]

L’associazione Restiamo umani e Legambiente organizzano un’assemblea pubblica per il 15 maggio alle 21, a Piombino, presso la sala del quartiere, in via dell’Arsenale 4, a pochi passi dal cinema Metropolitan. Parteciperà Paolo Busoni, membro del direttivo nazionale di Emergency, esperto di sistemi d’arma. Verranno analizzati le modalità e il significato delle esercitazioni dei droni della NATO, in programma per settembre a Tor del Sale, nei confronti delle quali le associazioni promotrici esprimono un giudizio nettamente negativo. L’assemblea sarà anche l’occasione per costruire un collegamento fra quanti, singoli e organizzazioni, condividono tale giudizio.

Quelle esercitazioni e le altre iniziative collegate, infatti, si inseriscono a pieno titolo nei programmi dell’Alleanza atlantica, comunque rivolti con ogni evidenza a scopi bellici: v. Afghanistan, Kosovo, Irak, Libia…, dove gli interventi della NATO hanno puntualmente aggravato le situazioni preesistenti, oltre a provocare migliaia di morti, nonché centinaia di migliaia di profughi: questi chiedono asilo anche all’Italia, lasciata praticamente sola da UE e NATO, di fronte alla necessità inderogabile di salvataggi e accoglienza umanamente dignitosa.

Le associazioni riproporranno invece le ragioni del disarmo e della pace nella giustizia, strumenti fondamentali anche per sconfiggere i terroristi del cosiddetto califfato, i quali affondano le radici negli affari internazionali (petrolio e non solo). Fu così pure per Osama bin Laden, facoltoso rampollo di una ricca famiglia ben collegata alla casa reale saudita e alla Casa Bianca di Bush, tolto di mezzo dalle potenze occidentali forse anche per metterlo a tacere, non diversamente dal colonnello Gheddafi e da Saddam Hussein.