Geotermia, Opportunità, Toscana: La legge sui Piccoli Comuni apre nuove prospettive per le aree geotermiche toscane

[13 ottobre 2017]

La legge sui Piccoli Comuni al di sotto dei 5.000 abitanti, di recente approvazione, apre nuovi orizzonti di sviluppo. Tra questi, quasi tutti quelli delle Aree Geotermiche toscane. Un percorso di sperimentazione di nuove e buone pratiche può partire da Castelnuovo Val di Cecina (PI): Lunedì 16 Ottobre un incontro per fare il punto.

La recente approvazione definitiva in Senato della Legge sui Piccoli Comuni (ne abbiamo parlato QUI) ha portato nuova speranza di sopravvivenza per le piccole entità amministrative sotto i 5.000 abitanti che costituiscono ad oggi linfa vitale e che sempre più necessitano di azioni di salvaguardia e tutela, soprattutto in termini di erogazione di servizi e lotta allo spopolamento e all’abbandono.

Il provvedimento, nato dalla proposta del presidente della Commissione Ambiente della Camera, Ermete Realacci, mira a mettere in campo strategie concrete per colmare le disuguaglianze economiche e sociali e riprendere con maggior vigore il rilancio struttturale, economico e sociale dei 5.567 Piccoli Comuni in cui vivono oltre 10 milioni di italiani (circa il 17%) e dove si produce il 93% dei prodotti DOP e IGP, oltre al 79% dei migliori vini.

Tra queste “piccole realtà”, anche la maggior parte dei Comuni delle Aree Geotermiche toscane, che potrebbero a buon titolo beneficiare di nuove progettualità grazie alla sinergia con comunità locali, Amministrazioni comunali, Regione e Ministero anche grazie ai fondi messi a disposizione dalla nuova normativa, ovvero un totale a livello nazionale di ben 100 milioni nel periodo 2017-2023.

E proprio per fare il punto sulla situazione e creare una sorta di laboratorio permanente d’idee, e per favorire l’innesco di dinamiche virtuose di valorizzazione territoriale, il Comune di Castelnuovo Val di Cecina e il CoSviG – Consorzio per lo Sviluppo delle Aree Geotermiche hanno deciso di organizzare un incontro sul tema “Borghi della Toscana: quali prospettive? Progetti di valorizzazione e di promozione territoriale a Castelnuovo Val di Cecina e nell’area geotermica”che si terrà Lunedì 16 Ottobre prossimo all’interno di Villa Ginori Conti, in Piazza Matteotti a Castelnuovo Val di Cecina.

Il territorio del Comune di Castelnuovo come quello dei comuni limitrofi” si legge nell’invito diffuso “presenta caratteristiche interessanti ed anche alcune specificità, come ad esempio la presenza di una risorsa naturale unica come la geotermia. In questi anni sono state intraprese molte iniziative di marketing, ma anche per il recupero dei centri storici, per il miglioramento dell’assetto infrastrutturale, per la diversificazione dell’offerta turistica. Serve tuttavia un salto di qualità, una gestione più sistematica del settore, una gestione più integrata di percorsi e riserve naturalistiche, musei ed altro”.

Proprio per questo motivo, l’attenzione non è rivolta solo a dinamiche di livello locale, ma l’intenzione è quella di operare sinergie multilivello (nazionale, regionale, di area) per favorire un vero e proprio effetto volano.

Di grande caratura anche gli ospiti che hanno annunciato la loro partecipazione, tra cui spicca Dorina Bianchi – Sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – che parlerà proprio del nuovo contesto normativo dedicato ai Piccoli Borghi e Stefano Romagnoli del Settore Promozione Economica e Legislazione Turismo e Commercio della Regione Toscana che affronterà il tema delle “Le politiche regionali per il turismo nelle aree interne e dei piccoli comuni”.

Ufficio Stampa CoSviG Scrl