Il riciclo made in tuscany buca lo schermo

[13 novembre 2015]

L’eccellenza toscana nella valorizzazione dei materiali riciclabili e nel riciclo delle plastiche miste, che altrove sono destinate prevalentemente al recupero energetico, continua ad attrarre l’attenzione dei media italiani. Mercoledì 12 novembre infatti una troupe di Rai 3, con un team di professionisti guidato dal direttore di produzione Ginevra de Grassi ha registrato in Revet Recycling una puntata di Scala Mercalli, la trasmissione in onda in prima serata tv a partire dal prossimo febbraio condotta in studio dal climatologo Luca Mercalli.

A condurre invece le inchieste in esterno è Roberto Cavallo, ‘rifiutologo’ di fama internazionale che già scelse Revet nel 2012 come location di alcune scene del suo docufilm “Meno 100 chili, ricette per la dieta della nostra pattumiera”. La puntata registrata ieri sarà incentrata proprio sul tema del riciclo delle plastiche miste, attività che Revet Recycling porta avanti dal 2014, esportando in tutto il mondo i granuli ottenuti dal riciclo del plasmix, che vengono utilizzati per stampare ri-prodotti anche di alta gamma.

In una decina di minuti Roberto Cavallo racconterà la vita post consumo di una retina delle arance, imballaggio preso a simbolo di tutte le plastiche miste: con questa retina arriva all’impianto di Revet Recycling, mostra la retina che insieme ad altri imballaggi viene caricata sul primo nastro e portata al trituratore. Quindi il passaggio nelle vasche flottanti, nell’estrusore e alla fine superati anche gli ultimi filtri, la trasformazione in granuli pronti ad essere venduti agli stampatori di oggetti in plastica. Cavallo mostrerà poi come lo scarto che fuoriesce dagli ultimi filtri, venga nuovamente macinato e riciclato per la produzione dei profili destinati a diventare arredi urbano.

L’ultima scena, in una suggestiva atmosfera post-industriale data dal piazzale dei mezzi Revet, individua Roberto Cavallo seduto su una panchina in plastica riciclata e circondato da tanti altri oggetti in plastica riciclata, che invita ognuno a fare la propria parte per contribuire a rendere un po’ migliore il nostro pianeta.