Chimica agraria e scienza del suolo, la migliore ricerca scientifica dell’anno viene da Pisa

[17 marzo 2015]

Il premio Unasa, conferito dall’Unione nazionale delle accademie per le scienze applicate allo sviluppo dell’agricoltura, alla sicurezza alimentare e alla tutela ambientale, è andato quest’anno a Marco Landi (nella foto), assegnista di ricerca presso il dipartimento di Scienze agrarie, alimentari e agro-ambientali dell’Università di Pisa.

Dopo una valutazione curriculare a livello nazionale, Landi si è visto conferire il premio Unasa 2015 per il miglior articolo scientifico dell’anno 2014 nell’ambito della Chimica agraria e della scienza del suolo grazie al suo lavoro “Photoprotection by foliar anthocyanins mitigates effects of boron toxicity in sweet basil (Ocimum basilicum)”, pubblicato sulla rivista di fisiologia vegetale ‘Planta’.

Landi è primo autore dell’articolo, redatto in collaborazione con Lucia Guidi e Alberto Pardossi (entrambi docenti dell’università di Pisa), Massimiliano Tattini dell’Istituto per la protezione delle piante del Cnr di Firenze e Kevin S. Gould della Victoria University of Wellington (NZ), dove Landi ha condotto una parte delle ricerche.

«Nel lavoro – riassumono dall’ateneo toscano – viene dimostrato come in condizioni di eccesso di boro nel suolo, frequenti in ambienti aridi e semi-aridi, il ruolo fotoprotettivo degli antociani possa consentire alla pianta una maggior tolleranza nei confronti di questo elemento, evidenziando ancora una volta come i prodotti del metabolismo secondario racchiudano un enorme potenziale adattativo per le piante».