Ecco chi è Angelo Borrelli, nuovo capo della Protezione civile

[9 agosto 2017]

La capacità mostrata nel dirigere le fondamentali operazioni della Protezione civile nel corso delle tante criticità ed emergenze che hanno segnato in questi anni il Paese – e in particolare quella del terremoto che ha devastato il Centro Italia – hanno valso all’ormai ex capo del Dipartimento Fabrizio Curcio l’unanime riconoscenza di istituzioni e ambientalisti: ieri, Curcio ha chiesto – per motivi «strettamente personali» – di poter essere rimosso dal proprio incarico.

«Sono stati due anni e mezzo intensi, complicati ed entusiasmanti insieme – ha aggiunto Curcio – due anni e mezzo che ho vissuto accanto a donne e uomini straordinari, che oggi voglio ringraziare anche pubblicamente, donne e uomini che quotidianamente vivono e rendono vivo, sempre operativo, sempre a servizio delle comunità e del territorio, il Dipartimento della protezione civile, una struttura incredibile alla quale auguro un grande in bocca al lupo per il futuro, certo che Angelo Borrelli, che avrà il compito di guidarla saprà valorizzarne le potenzialità e rafforzarne le capacità».

A succedergli al vertice della Protezione civile è infatti il vice dello stesso Curcio, Angelo Borrelli: laureato in Economia e commercio, Borrelli è revisore contabile e dottore commercialista. Nel 2000 arriva alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, all’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile. Dal 2002 è dirigente del Dipartimento della Protezione Civile, prima con incarichi di prima fascia e, successivamente, da direttore generale, seguendo diverse emergenze tra cui il terremoto che ha colpito l’Abruzzo nel 2009, il sisma in Emilia nel 2012 e il terremoto del centro Italia nel 2016. Dal 2010 è Vice Capo del Dipartimento e nel segno della continuità raggiunge oggi il vertice del Dipartimento della Protezione Civile.

«Ringrazio il Presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni, per la fiducia accordatami – sono state le prime parole di Borrelli da nuovo capo della Protezione civile – Assicuro che il Dipartimento opererà in continuità con il grande lavoro portato avanti da Fabrizio Curcio, al fianco del quale ho avuto l’onore di lavorare in tanti anni. Con lui abbiamo condiviso obiettivi, criticità e trovato soluzioni anche in momenti particolarmente delicati e con la stessa determinazione continueremo a gestire ogni attività che quotidianamente siano chiamati ad affrontare. La scelta di una figura interna al Dipartimento come nuovo capo non può che rappresentare un riconoscimento da parte del Governo e delle istituzioni del lavoro finora svolto».

Angelo Borrelli, laureato in Economia e Commercio, è revisore contabile e dottore commercialista. Nel 2000 arriva alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, all’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile. Dal 2002 è dirigente del Dipartimento della Protezione Civile, prima con incarichi di prima fascia e, successivamente, da direttore generale, seguendo diverse emergenze tra cui il terremoto che ha colpito l’Abruzzo nel 2009, il sisma in Emilia nel 2012 e il terremoto del centro Italia nel 2016. Dal 2010 è Vice Capo del Dipartimento e nel segno della continuità raggiunge oggi il vertice del Dipartimento della Protezione Civile.

«Oltre alla grande professionalità e sensibilità – commenta Rossella Muroni, presidente nazionale di Legambiente – ringraziamo Curcio per aver dimostrato anche una grande capacità di ascolto nei confronti delle popolazioni terremotate ma anche del mondo del volontariato impegnato nelle aree del sisma». Legambiente augura dunque «buon lavoro ad Angelo Borrelli, nominato nuovo Capo del Dipartimento della Protezione Civile nel segno della continuità della migliore tradizione di protezione civile del nostro Paese».