Buone notizie: in Cina aumenta la popolazione del raro gibbone dalle guance bianche

Distruzione delle foreste primarie e il bracconaggio minacciano la loro esistenza

[16 novembre 2015]

Gibbone dalle guace bianche

Secondo un recente rapporto, nella provincia sud-occidentale cinese dello Yunnan è aumentato il numero di gibboni dalle guance bianche (Nomascus leucogenys), una specie molto rara e minacciata di estinzione.

Il gibbone dalle guance bianche  vive solo nello Yunnan, nel nord-est dell’India e nel nord del Myanmar del Vietnam e del Laos, Paese dove sembrano ancora relativamente abbondanti m nella Phou Louey National Biodiversity Conservation Area. In Cina beneficiano del più alto livello di protezione nazionale e sono elencati nella Lista Rossa dell’IUCN come a rischio critico di estinzione. I  Nomascus leucogenys possono raggiungere i 60 cm di lunghezza e pesare fino a 8 kg.

Citando un recente censimento, Fan Pengfei,  un esperto di salvaguardia degli animali dell’università di Dali, nello Yunnan, spiega all’agenzia ufficiale cinese Xinhua che «In Cina vivono non più di  200 gibboni dalle guance bianche, la maggioranza dei quali vive nel distretto di Yingjiang della prefettura di Dehong, nel distretto di Longyang della città di Baoshan e nel territorio della città di  Tengchong».

Anche secondo Zhang Yubing, responsabile dell’ufficio foreste della prefettura, «Il numero di questi animali nella prefettura di Dehong è passato da  60 nel 2008 circa  80 oggi. Grazie al miglioramento dell’ambiente locale ed alla presa di coscienza dell’opinione pubblica in materia di conservazione della fauna, la popolazione di gibboni dalle guance bianche potrebbe aumentare».

Ma Fan sottolinea  che «Malgrado questa crescita, ci resta ancora da fare un lungo cammino per proteggere questi animali. Il numero di gibboni dalle guance bianche sembra essere diminuito a Baoshan. La distruzione delle foreste primarie che costituiscono l’’habitat di questi animali e il bracconaggio minacciano la loro esistenza e la loro capacità di riprodursi».