Referendum del 17 aprile, anche a Livorno nasce il comitato cittadino “Vota Si per fermare le trivelle”

Scongiurare questo silenzio. Dobbiamo raggiungere il quorum

[11 marzo 2016]

Referendum Polpo

A livello nazionale è nato il Comitato “Vota Si per fermare le Trivelle” e  Arci, Gruppo Marcia per il Clima,  Lipu, Legambiente e Wwf di Livorno rivolgono un invito a mobilitarsi  a «tutti gli elettori, che siano singoli cittadini o aderenti a associazioni, comitati, movimenti, partiti politici, gruppi o circoli, chiunque che si interessa della tutela delle risorse e dei beni comuni» e  danno apountamento a tutti all’assemblea cittadina il 15 Marzo alle ore 18.30 in Via Corsica 27 presso la sede della ex Circoscrizione 3 per: «Promuovere il referendum e sollecitare i cittadini a partecipare; Invitare i cittadini a votare SI per abrogare la norma (introdotta con l’ultima legge di Stabilità) che permette alla loro scadenza il rinnovo delle concessioni di estrazione e di ricerca di petrolio e gas entro le 12 miglia dalla costa».

I pron motori del comitato cittadino “Vota Si per fermare le trivelle”  spiegano che «La Legge di Stabilità 2016, infatti, pur vietando il rilascio di nuove autorizzazioni entro le 12 miglia dalla costa, rende le licenze già rilasciate in quel perimetro di mare pressoché a tempo indeterminato. La necessità di uno spostamento dall’uso delle fonti fossili (carbone in primis poi petrolio e gas) verso un uso maggiore delle fonti rinnovabili per produrre energia è oggi, più che mai imperativa. Insieme agli altri 194 nazioni firmatarie dell’Accordo di Parigi, al termine del COP21 (la Conferenza sul Clima) tre mesi fa, l’Italia si è impegnata a contribuire a rallentare il riscaldamento globale. I risultati della Conferenza erano ambiziosi ma possibili, pertanto continuare a investire in fonti energetiche “vecchie” non ha senso. I nuovi investimenti devono essere sulle energie rinnovabili, così riduciamo la dipendenza dell’Italia dalle fonti fossili e la portiamo sempre più verso la sostenibilità».

I promotori del Comitato Vota Si per fermare le Trivelle di Livorno concludono: «Il Governo, rimanendo sordo agli appelli per l’Election Day (l’accorpamento in un’unica data del voto per il referendum e per le amministrative) ha deciso di anticipare la data del voto e forse così spera di ridurre al silenzio il popolo italiano! Noi miriamo a scongiurare questo silenzio! Dobbiamo raggiungere il quorum! Il Referendum deve essere un successo!»