Scoperto un nuovo crotalo in Messico, ma il suo habitat sta per scomparire (VIDEO)

Confermato che un altro crotalo è una specie unica, probabilmente la più rara del Messico

[11 gennaio 2016]

Crotalo cornuto 1

Un team di ricercatori messicani di Herp.Mex e dell’associazione ambientalista Biodiversa hanno scoperto una nuova specie di crotalo nelle foreste nebulose della Sierra Madre Orientale di Veracruz, in Messico, ed hanno stabilito che anche un altro crotalo è una specie a parte. Ma l’habitat forestale montano del “nuovo” e magnifico serpente velenoso è stato praticamente distrutto  dall’espansione delle aree agricole e la nuova specie è stata immediatamente descritta come “estremamente vulnerabile”.

Il serpente è stato chiamato crotalo smeraldino cornuto  (Ophryacus smaragdinus) per il suo brillante colore verde e i due cornetti sopra gli occhi, di quali i ricercatori non sono riusciti a capire la funzione. Naturalmente gli abitanti dell’area conoscevano bene il “nuovo” crotalo che chiamano torito, piccolo tori in spagnolo.

Secondo Christoph Grünwald, presidente di Biodiversa e capo del team di ricercatori, ha detto che «E’ allarmante che nei Paesi in via di sviluppo come il Messico ci sia il rischio concreto che stiamo perdendo delle specie, prima che siano scoperti. Il n uovo crotalo è il primo esempio di una ‘quasi scomparso”. Il crotalo smeraldino cornuto si trova principalmente a Veracruz, che è lo stato più deforestato del Messico. A peggiorare le cose, tutti gli  habitat noti del serpente sono al di fuori delle poche aree protette esistenti».

Ettore Franz, che si occupa della logistica sul campo per Biodiversa conducono, ha detto che non è solo la sorte dei serpenti a preoccuparlo: «Il Messico, purtroppo, è leader mondiale per numero di specie di mammiferi a rischio e questi resti di foresta pluviale incontaminata sono la casa per molti di loro. Specie di alto profilo, come giaguari e jaguarundis, così come un certo numero di roditori, salamandre e uccelli endemici, sono tutti minacciati dalla perdita di habitat causata dalle attività umane nelle montagne del Messico orientale».

Oltre a scoprire il crotalo smeraldino cornuto, i ricercatori hanno anche stabilito per la prima volta che un altro serpente velenoso, il crotalo dalle grandi corna (Ophryacus sphenophrys), è anche lui una specie a parte. Si tratta di un serpente noto agli scienziati per solo 4 campioni raccolti sulla stessa montagna dove è stato trovato il crotalo smeraldino cornuto. Però l’Ophryacus sphenophrys era stato stato scoperto più di 50 anni fa, ma allora non venne ritenuto una nuova specie, ma, dopo aver analizzato i campioni con le tecnologie più recenti, i ricercatori Biodiversa e HERP.MX hanno scoperto che non solo è una specie a parte ma che è anche «Una delle specie velenose più rare di tutto il Paese».

Gli scienziati dicono che probabilmente il crotalo dalle grandi corna e il crotalo smeraldino cornuto devono far entrambi fronte ad incredibili pressioni dovute alla perdita del loro habitat, ma Grünwald ha ancora qualche speranza: «Dalle interviste con la gente del posto è abbastanza chiaro che questa specie è più abbondante rispetto a quanto suggerirebbe il numero di esemplari noti. Detto questo, stiamo ancora parlando di un serpente che è sempre e solo stato trovato su una singola montagna e non si ritrova nelle zone circostanti.  Sono necessari altri studi per determinare quale sia qui il vero livello di rischio».

Videogallery

  • NEW SPECIES of Pitviper from Mexico