Scoperto uno Jedi della giungla cinese. E’ una nuova specie di gibbone, l’hoolock Skywalker (VIDEO e FOTOGALLERY)

Le Star Wars del gibboni: che la forza sia con loro per salvarli dall’estinzione

[12 gennaio 2017]

Un team di ricerca cinese, britannico e statunitense  ha scoperto una nuova specie di gibbone che vive nelle foreste dei monti Gaoligong, nella provincia  sud-occidentale cinese dello Yunnan.

Il team guidato da Fan Pengfei, della Sun Yat-sen University di Guangzhou, descrive il “nuovo” primate nello studio “Description of a new species of Hoolock gibbon (Primates: Hylobatidae) based on integrative taxonomy” pubblicato sull’American Journal of Primatology, e spiega che si tratta di una nuova specie del genere di gibboni hoolock: già noti per comprendere due specie viventi descritte precedentemente: il gibbone hoolock occidentale (Hoolock hoolock) e il gibbone hoolock orientale (H. leuconedys), geograficamente separati dal fiume Chindwin.

Il primate veniva studiato da qualche tempo, ma solo la nuova ricerca ha confermato che  è diverso da tutti gli altri gibboni. Infatti, solo razie a uno studio completo delle caratteristiche genetiche di gibboni selvatici e di esemplari museali e alla valutazione di modelli di colore della pelliccia e della  dentale, il team ha ritenuto che «la popolazione di hoolocks distribuita a est dei fiumi Irawaddy-Nmai Hka – precedentemente assegnata a H . leuconedys – sono in realtà morfologicamente e geneticamente distinte da quelle ovest del fiume».  Per questo i ricercatori chiedono per questi animali per essere riconosciuti come una nuova specie:  gibbone Hoolock Gaoligong o “Skywalker” ( H. Tianxing – sp nov.), un nome ispirato a Star Wars che riflette la loro abitudine a vivere sulle cime degli alberi e fatto che i cinesi vedano storicamente i gibboni quasi come esseri mistici. Inoltre  il nome hoolock Skywalker  è dovuto in parte al fatto che  i caratteri cinesi del suo nome scientifico significano “movimento del cielo”, ma anche perché gli scienziati del team di ricerca sono fan di Star Wars. In risposta alla notizia, l’attore Mark Hamill – Il vero Luke Skywalker – ha scritto su Twitter di essere così orgoglioso di avere un nuovo Jedi della giungla che prende il nome dal suo personaggio.

Uno degli autori dello studio, Samuel Turvey, dell’Istituto di zoologia della  Zoological Society of London (Zsl), ha detto che «Il team è entusiasta di aver fatto questa scoperta. Tuttavia, è anche venata di  tristezza, dato che stiamo anche chiedendo all’Iucn di conferire immediatamente lo stato in pericolo all’ hoolock Skywalker, che ha già un piede nella tomba, visto che la sua sopravvivenza è a rischio, come molte altre specie di piccole scimmie nel sud della Cina e del Sud-Est Asiatico, a causa della perdita di habitat e della caccia. Sono essenziali una maggiore consapevolezza del notevole ecosistema e una migliore conservazione delle montagne del Gaoligong, per essere sicuri di avere il tempo di conoscere appieno questa nuova specie, prima che sia troppo tardi».

In un’intervista concessa a BBC News, Turvey  spiega che «In quest’area, sono diminuite o estinte così tante pecie a causa della perdita di habitat, della caccia e della sovrappopolazione in generale. Quindi, è un privilegio assoluto di vedere qualcosa di speciale e raro come un gibbone nel baldacchino di una foresta pluviale cinese e, soprattutto, quando si scopre che i gibboni sono in realtà una nuova specie precedentemente non riconosciuta  dalla scienza».

I gibboni hoolock  vivono in un’area al confine tra Bangladesh, India, Cina e Myanmar, trascorrono  la maggior parte del loro tempo sulle cime degli alberi, dondolando e spostandosi attraverso  le foreste grazie ai loro lunghi e forti arti anteriori, scendono a terra raramente.

Il team di Fan aveva  cominciato a sospettare che i gibboni che stava studiando avessero qualcosa di insolito perché tutti i gibboni hoolock hanno le sopracciglia bianche e alcuni hanno barbe bianche, ma l’aspetto dei primati cinesi sembrava differire. Anche i loro richiami, che servono per tenersi in contatto con gli altri gibboni e per marcare il  territorio, erano insoliti.

Un confronto completo delle caratteristiche fisiche e genetiche con gli altri gibboni ha confermato che appartengono a un’altra specie.

Turvey dice che non è stato facile studiare gli hoolock Skywalker nella riserva naturale Gaoligongshan: «E ‘difficile entrare nella riserva. Bisogna salire fino a 2.500 metri di altezza per trovare i gibboni. E’ di solito dove inizia la foresta di buona qualità, sotto sono tutte concessioni per disboscare. Quindi, ci si deve svegliare molto presto la mattina e ascoltare i richiami ossessionante dei gibboni, che lanciano nella volta della foresta. E quando li si sente, bisogna correre nel fango e la nebbia, e correre per centinaia di metri, per cercare di recuperare la distanza con questi gibboni».

I ricercatori stimano che ci siano più o meno 200 dei gibboni Skywalker che vivono in Cina e qualcun altro nel confinante Myanmar, anche se la dimensione della popolazione di questa nuova specie già a rischio di estinzione non sono attualmente nota.

Turvey conclude: «Il basso numero di animali sopravvissuti e la minaccia che devono affrontare da perdita di habitat, la frammentazione degli habitat e la caccia pensiamo significhi che dovrebbero essere classificati come specie in pericolo».

Videogallery

  • Scientists discover new primate species!