Firenze, dalla Ue ok alla tranvia fino a Sesto e Campi: arriveranno 80 milioni di euro

Sull’infrastruttura viaggeranno 10 milioni di passeggeri all’anno, tagliando 8.871 di tonnellate di CO2

[3 novembre 2016]

tramvia firenze tranvia

Un anno fa, emissari della Commissione Ue arrivarono a Firenze per monitorare lo stato dei lavori nei cantieri della tranvia fiorentina (la linea 2) e, soprattutto, valutare i progetti di estensione dell’infrastruttura. Obiettivo, includere in finanziamenti necessari per l’avanzamento dell’opera tra quelli che l’Ue erogherà all’interno del programma POR CReO 2014-2020. Un lavoro portato avanti sottotraccia dalle istituzioni locali negli ultimi mesi, che alla fine ha portato a frutti molto concreti: oggi la Giunta regionale ha preso atto dell’approvazione da parte della Commissione europea, che destina circa 80 milioni di euro di finanziamenti europei alla realizzazione delle estensioni della tranvia fiorentina verso Sesto Fiorentino e, tramite la tratta Leopolda-Le Piagge, verso Campi Bisenzio.

«Lo sviluppo della mobilità sostenibile è ritenuto prioritario dalla Regione – ha commentato l’assessore regionale alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli – e il sistema tranviario fiorentino, con le sue estensioni verso Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino e il progetto di prolungamento a sud fino a Bagno a Ripoli, rientra a pieno tra quelle opere strategiche che vogliamo portare avanti per favorire lo sviluppo e l’ammodernamento della Toscana. A più riprese abbiamo sostenuto la realizzazione delle linee 1, 2 e 3 nella città di Firenze, poi abbiamo coinvolto tutti i Comuni interessati e firmato Accordi che ora, con il via libera della Commissione europea, possono diventare realtà». Lasciando così presagire anche importanti miglioramenti sotto il profilo ambientale, della qualità dell’aria e della lotta ai cambiamenti climatici: secondo le stime fornite dalla Regione in occasione del sopralluogo da parte della Commissione Ue, estendere l’infrastruttura fino a Sesto Fiorentino potrebbe aggiungere altri 10 milioni di passeggeri alla tranvia ogni anno, e ridurre l’emissione di CO2 di circa 8.871 tonnellate all’anno.

Nella stessa seduta la Giunta, su proposta dell’assessore, ha inoltre approvato l’atto integrativo all’Accordo di programma firmato da Regione e Comuni nel 2014 che ratifica la disponibilità di ulteriori 3 milioni di euro, già prevista dal POR CReO 2007-2013, per il completamento delle linee tranviarie 2 e 3, che così passano ad un investimento dal programma comunitario di circa 47 milioni di euro a circa 50. Progressi importanti, soprattutto a fronte del caos che invece aleggia attorno a un altro aspetto della mobilità fiorentina e regionale su rotaia, quello legato ai treni ad alta velocità.