Gran Bretagna: i nuovi alleati dei conservatori sono negazionisti climatici e fan del creazionismo (VIDEO)

Il Dup nordirlandese è un partito di bigotti antiabortisti che ignora la scienza

[12 giugno 2017]

L’incredibile rimonta del Labour Party di Corbyn il rosso ha impedito a Theresa May e al suo Partito Conservatore di ottenere quella maggioranza assoluta che li hanno portati a indire elezioni anticipate che si sono rivelate un disastro, ora si trovano a dover fare un’alleanza che porterà a una risicata maggioranza parlamentare che li consegnerà nelle mani di 10 deputati del Democratic Unionist Party (Dup), la destra dell’Irlanda del Nord.

Ma quali sono i programmi ambientali e i rapporti con la scienza di questo partito noto per il suo bigottismo protestante e per il suo appoggio ai terroristi anti-Ira dell’Ulster?  Scorrendo i loro programmi e le loro dichiarazioni si scopre che – anche se in maniera più contraddittoria – somigliano molto alle dichiarazioni del presidente Usa Donald Trump e al pensiero reazionario della neo-destra americana che si è impossessata del Partito Repubblicano.

Per quanto riguarda il cambiamento climatico, il Dup non ha mai nascosto il suo scetticismo. Uno storico esponente unionista Sammy Wilson ha definito il cambiamento climatico  un imbroglio  e l’Accoro di Parigi do di Parigi una vetrina per chi sparge il cancro climatico. Quando questo bel tomo è stato ministro dell’ambiente dell’Irlanda del Nord, ha detto che «Quando alla fine la gente si volterà indietro per guardare a tutto questo dibattito sul cambiamento climatico , si chiederà come è stato possibile che sulla Terra siamo stati truffati per farci spendere miliardi di sterline».

Ma Wilson non è certo solo nel Dup ad esprimere apertamente il suo scetticismo climatico: nel 2014, i ministri nordirlandesi unionisti hanno cercato di opporsi alle proposte per introdurre misure locali contro il cambiamento climatico.

Questo non ha però impedito al Dup di lanciarsi in una disastroso tentativo di sostenere l’energia verde in Irlanda del Nord, fornendo sussidi per le stufe a legna. Un disastro che costò al leader del Partito, Mike Nesbitt, una mozione di sfiducia alla quale scampò per un pelo. L’attuale first minister  dell’Irlanda del Nord, Arlene Foster – che sta trattando programma e composizione del governo del Regno Unito con la May – aveva introdotto questi incentivi nel 2012, quando era capo del Dipartimento delle imprese, del commercio e degli investimenti. Il bilancio iniziale era di 25 milioni di sterline,  ma la mancanza di controlli ha fatto sì che, nell’arco di 5 anni siano andati in fumo quasi 500 milioni di sterline.

Le cose non vanno meglio quando i protestanti integralisti del Dup si confrontano con temi come quello dell’evoluzione:  un deputato del Dup, Thomas Buchanan ha chiesto che nelle scuole nordirlandesi venga insegnato il creazionismo . Nel 2016, aveva espresso sostegno per un programma cristiano evangelico che offre «consigli pratici utili su come contrastare l’insegnamento evoluzionista» e ha espresso il desiderio di «vedere in tutte le scuole dell’Irlanda del Nord l’insegnamento del creazionismo», descrivendo  l’evoluzione come una «menzogna spacciata».

Sempre Buchanan, mai smentito dal suo Partito di bigotti,  ha detto all’Irish News: «Sono uno che crede nel creazionismo e che il mondo sia stato creato dal Verbo in sei giorni con la Sua potenza», poi ha aggiunto che i bambini sono  stati «corrotti dall’insegnamento dell’evoluzione».

Posizioni retrograde anche per quanto riguarda l’aborto: l’Irlanda del Nord rimane l’unica parte del Regno Unito  dove le donne non possono accedere l’aborto a meno che non siano in pericolo di vita. Una situazione giuridica che, una sentenza dell’Alta Corte di Belfast del 2015,  non è compatibile con la Convenzione europea dei diritti dell’uomo. Eppure la Foster (che si dichiara europeista) ha promesso di bloccare bloccare qualsiasi tentativo di cambiare la legge asserendo: «Non vorrei  che l’aborto fosse  liberamente disponibile qui come in Inghilterra». L’unica cosa che sarebbe disposta a prendere in considerazione la leader unionista sarebbe  una modifica in caso di stupro,  ma Jim Wells,  ex ministro della salute dell’l’Irlanda del Nord, si oppone all’aborto anche in queste circostanze.

Per finire con questa carrellata di retrogrado ed ipocrita bigottismo ultraconservatore, vale la pena di ricordare quanto dichiarato da un altro parlamentare del Dup, Trevor Clarke, che ha ammesso di aver pensato che solo gli omosessuali potessero essere infettati dall’Aids. Che non era vero lo ha scoperto solo quando un’organizzazione umanitaria gli ha spiegato che non era così. Il bello è che Clarke ha reso nota questa sua ignoranza sull’Aids durante un dibattito parlamentare su una campagna per “promuovere la consapevolezza e la prevenzione” sul virus HIV in Irlanda del Nord e ad aumentare il sostegno a coloro che hanno l’Aids.

Videogallery

  • 5 things you should know about the DUP and science