Cuba per sei giorni capitale della permacultura

[2 dicembre 2013]

Dal 29 novembre al 4 dicembre si celebra a Cuba, l’undicesima Convergenza internazionale di permacultura organizzata dalla Fondazione Antonio Nuñez Jimenez.

L’evento, che si realizza per la prima volta nell’isola, si svolgerà a Jibacoa nella provincia di Mayabeque, ed è stato preceduto da una conferenza internazionale realizzata all’Avana.

Saranno oltre 300 i delegati provenienti da diversi Paesi del mondo che, secondo le previsioni, parteciperanno alla Convergenza. Tra questi: agricoltori, tecnici agricoli e rappresentanti di associazioni di promozione dell’agricoltura sostenibile.

La permacultura, il cui nome deriva da “agricoltura permanente”, promuove un modello di sviluppo locale sostenibile basato sul disegno di sistemi produttivi stabili,  diversificati  che riproducono le caratteristiche degli ecosistemi naturali. Da anni la Fondazione Antonio Nuñez Jimenez promuove le tematiche ambientaliste e la permacultura tra gli agricoltori cubani. A questo sforzo si è sommato, da due anni, il progetto “Terra viva- Sostegno ai piccoli produttori delle cooperative agricole dei Municipi di Amancio e Manzanillo” realizzato da un consorzio formato da COSPE, l’Associazione Nazionale dei Piccoli Agricoltori (ANAP), l’ong spagnola Cerai, la Fondazione stessa e co- finanziato dall’Unione Europea.

Il progetto prevede l’aumento e la diversificazione della produzione agricola promuovendo la visione della permacultura tra le cooperative dei municipi dell’oriente di Cuba, attraverso corsi di formazione diretti agli agricoltori, scambi di esperienze e la realizzazione di sistemi dimostrativi.

Grazie al progetto inoltre, 9 agricoltori e tecnici agricoli cubani parteciperanno alla Convergenza potendo scambiare esperienze e bune pratiche con agricoltori e tecnici permacultori di tutto il mondo.

Luigi Partenza –  COSPE Cuba