C’è anche il Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi tra i candidati a Personaggio Ambiente Italia 2014

[9 dicembre 2014]

Tra i candidati al premio Personaggio Ambiente Italia c’è anche Enrico Rossi (Nella foto), che viene presentato così:  «E’  Presidente della Regione Toscana, sostenitore della legge a favore della rigenerazione, riuso e ristrutturazione del perimetro urbanizzato, con consumo zero di territorio. Impegnato in politica dal 1985, è stato sindaco di Pontedera dal 1990 al 1999. Nel 2000 diventa Assessore al diritto alla Salute della Regione Toscana. Dal 2010 ricopre il ruolo di Presidente della Regione Toscana. Impegnato da anni in iniziative a favore del territorio e dell’ambienteZ.

Gli altri  candidati sono:

Afeva, è l’ Associazione familiari vittime di amianto nata con lo scopo di denunciare i gravi danni alla salute causate dall’amianto e dare sostegno alle famiglie

Angeli del fango, sono stati chiamati così, quei giovani (e non solo) provenienti da tutto il mondo che hanno dato il loro contributo per aiutare gli alluvionati di Genova

Chiara Tonelli, è architetto, team leader del gruppo italiano che si è aggiudicato a Versailles il primo posto nella competizione Solar Declathon 2014 grazie a “RhOME for denCity”, nuovo prototipo di abitazione sostenibile

David Grassi, era marinaio sulla fregata Maestrale quando si è opposto all’ordine del suo capitano di gettare in mare rifiuti oleosi. Quest’anno il giudice gli ha dato ragione

Eric Barbizzi, è il giovanissimo talento del giornalismo ambientale italiano. E’ stato il primo “giornalista” italiano, a marzo scorso, ad aver tirato fuori le problematiche ambientali della clausola ISDS del Transatlantic Trade and Investment Parnerships, quel TTIP su cui a ottobre hanno titolato tutte le testate

Gaetano De Masi, è dirigente scolastico di una scuola in tre piccoli borghi pugliesi, mettendo al primo posto la tutela dell’ambiente e del territorio, risorse per i cittadini del futuro che educa raggiungendo, con i suoi docenti, risultati d’eccellenza

Geremia Gios, è sindaco di Vallarsa (TN), primo ad aver applicato il principio “chi inquina paga”, con inversione dell’onere della prova a carico degli agricoltori non-biologici

Giovanni Battista Girolomoni, è imprenditore italiano, promuove l’agricoltura biologica come punto di partenza per la ricostruzione del mondo rurale, non semplicemente come metodo virtuoso di fare agricoltura

ISDE Italia, è associazione scientifica e di volontariato con lo scopo di tutelare l’ambiente in considerazione del fatto che la maggior parte delle malattie oggi riconoscono nell’ambiente la causa o una delle cause predisponenti o scatenanti

Luigi Pacchiano, è operaio, testimone chiave nel processo ai veleni della Marlane, la “fabbrica della morte” di Praia a Mare (CS)

Milena Gabanelli, è giornalista e conduttrice di Report, programma di giornalismo d’inchiesta che affronta temi legati a economia, salute, giustizia, ecomafie e crimine organizzato

Riccardo Valentini, è Premio Nobel per la Pace nel 2007, pioniere delle ricerche sul ruolo dei sistemi agro-forestali nei cambiamenti climatici e l’effetto serra sviluppando nuove tecnologie di misura dell’assorbimento di anidride carbonica da parte delle vegetazione terrestre

Roberto Mancini, è stato poliziotto anticamorra, scomparso nell’aprile 2014 a causa di un cancro causato dall’aria malsana respirata durante le sue indagini sulle discariche abusive dei clan dei casalesi nella Terra dei Fuochi

Rossano Ercolini, è vincitore del prestigioso premio ambientale Goldman 2013 per l’avvio della campagna di sensibilizzazione pubblica sui pericoli degli inceneritori e per aver dato impulso in Italia al movimento nazionale Rifiuti Zero

Sabrina Giannini, è giornalista, autrice del video-articolo “Siamo tutti oche” (Report, Rai3, 02/11/2014)

Sebastião Salgado, è fotografo brasiliano, con i suoi scatti che hanno fatto il giro del mondo racconta i diritti dei lavoratori, la povertà e gli effetti distruttivi dell’economia di mercato nei Paesi in via di sviluppo

Stefano Vignaroli, è deputato M5S, vicepresidente della Bicamerale d’inchiesta per il ciclo illecito dei rifiuti

Vincenzo Fornaro, è allevatore e agricoltore,tra i simboli della battaglia per liberare Taranto dalla diossina dell’Ilva. Nel 2008 ha dovuto abbattere il suo gregge di pecore perché contaminato. Oggi sta sperimentando la coltivazione della canapa

Wwf Abruzzo, è attivo nella lotta alla discarica di rifiuti tossici UE in Bussi sul Tirino (Pe)

Per saperne di più su ciascun candidato è possibile consultare le biografie disponibili sul sito internetwww.personaggioambiente.it. Ricordiamo che è possibile esprimere una sola preferenza e votare un sola volta.

Fino al 21 dicembre è possibile votare per il Premio Personaggio Ambiente Italia 2014. Basta collegarsi al sito, registrarsi e votare il candidato preferito