Marche e Campania, la differenziata in spiaggia

[4 agosto 2014]

Dopo aver lasciato l’Abruzzo, dove ha trovato 8 campionamenti (su 9) che hanno evidenziato ancora una volta «la presenza di scarichi non trattati adeguatamente con una carica batterica che superava di almeno il doppio i valori consentiti dalla normativa vigente, con un giudizio quindi di “fortemente inquinato”», Goletta Verde è approdata a Civitanova Marche per sostenere Riciclaestate Marche 2014, la campagna di sensibilizzazione e informazione sui temi della raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio realizzata da Legambiente Marche e Consorzio Nazionale imballaggi (Conai).

Una campagna rivolta a cittadini residenti, ai turisti italiani e stranieri, ai lavoratori stagionali nelle destinazioni turistiche più frequentate nel periodo di massima affluenza, tanto meritoria negli intenti e nella volontà quanto fuorviante nel nome: non c’è il rischio di confondere gli astanti, battezzando come Riciclaestate una campagna prettamente incentrata sulla raccolta differenziata, propedeutica al processo industriale di riciclo ma certo non un suo sinonimo?

Qui pro quo lessicali a parte, non trascurabili, su Riciclaestate si è comunque deciso di puntare molto. Oltre che nelle Marche la campagna è in corso anche in Campania, dove ormai è un appuntamento fisso da nove anni e per la seconda volta in Liguria, dando così una dimensione sovraregionale a questa campagna dedicata alla raccolta differenziata.

In Campania il tour di Riciclaestate ha preso il via il 25 luglio dalla Spiaggia Libera di Varcaturo e prevede più di 20 appuntamenti fino a 23 agosto, toccando località del Cilento come Acciaroli, Castellabate, Camerota, Palinuro e del napoletano con Capri e Forio e Piano di Sorrento, una sessantina di  località turistiche con il coinvolgimento di circa 500 stabilimenti balneari e un milione di persone, tra residenti e turisti, con la distribuzione negli stabilimenti balneari di due contenitori: uno per la carta e l’altro per il multimateriale. I circoli di Legambiente provvedono ad organizzare iniziative o  con distribuzione di materiale informativo sul riciclo, sul riuso e sulla riduzione di produzione di rifiuti  ad organizzare laboratori per creare o oggetti artistici con i materiale di risulta i trovati sul litorale.

I tre mesi della campagna e dei laboratori ludici hanno l’obiettivo di «aumentare la percentuale di raccolta differenziata migliorandone la qualità, rendere più efficiente la raccolta ed il riciclo dei rifiuti presso i Comuni». I rifiuti depositati alla fine della campagna saranno trasformati in altri prodotti.

Luigino Quarchioni, presidente di Legambiente Marche, sottolinea che «Informare e sensibilizzare, soprattutto nel periodo estivo, sono i capitali fondamentali per il miglioramento della raccolta differenziata L’arrivo di Goletta Verde sarà l’occasione per promuovere ancora di più quest’iniziativa che sta avendo già un grande successo. Non solo ai residenti, ma anche ai turisti che scelgono al nostra regione vogliamo offrire un soggiorno sostenibile a partire da una corretta gestione dei rifiuti. E adesso la vera sfida ha tre nomi: riduzione della produzione dei rifiuti, miglioramento della qualità della raccolta differenziata e passaggio da tassa a tariffa per premiare i cittadini virtuosi e stimolare gli altri e iniziative come questa ci aiutano a raggiungere l’obiettivo».