A Ecomondo il Forum Raee

«Per l’economia circolare il mercato da solo non basta»

Almeno fino a che «i prezzi di mercato non rifletteranno la scarsità crescente delle risorse»

[11 novembre 2016]

riciclo innovazione

«Finché i prezzi di mercato delle materie riciclate non rifletteranno la scarsità crescente delle risorse nel lungo periodo, occorre che il trattamento venga remunerato assicurando i processi necessari per ricavare dai rifiuti materiali riciclati di qualità, ottenuti nel rispetto dell’ambiente e della salute».

È questo il nocciolo di quanto emerso ieri a Ecomondo, nel corso del Forum Raee promosso da Assorae in collaborazione con il Cdc – Centro di coordinamento, dove non si è mancato di sottolineare le difficoltà che sta vivendo il settore del riciclo, non da ultimo in conseguenza di quotazioni ancora ai minimi per molte materie prime sui mercati. «In questi ultimi anni – evidenziano dal Forum – il valore delle materie prime seconde (ferro, rame, alluminio, plastica e così via) ha raggiunto livelli fortemente critici con conseguente riduzione dei ricavi generati dal settore, in presenza di un quadro normativo che spinge le aziende a costi incrementali, cui si aggiungono le specifiche richieste dei maggiori produttori tramite i consorzi».

La soluzione, del resto già abbondantemente sperimentata nel campo dell’efficienza energetica e nello sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili, sta in un intervento della mano pubblica che aiuti le materie prime seconde a ritagliarsi il giusto spazio di mercato per poi camminare con le proprie gambe. Senza riciclo (e il conseguente acquisto di prodotti in materiale riciclato) l’indispensabile passaggio a un’economia circolare non potrà infatti compiersi. Un tema valido sia per il segmento dei Raee (Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche), sia per quelli di altre frazioni merceologiche critiche.

«L’andamento dei prezzi delle materie prime ottenute dal trattamento dei Raee – rimarcano dal Forum di Ecomondo – ci mette di fronte ad una verità incontrovertibile: l’economia circolare non può essere lasciata esclusivamente ai meccanismi del mercato, ma ha bisogno di essere accompagnata da meccanismi e misure appropriate che ne consentano l’affermazione e lo sviluppo».