Il Corriere della Sera diffonde le bozze dell’Aeeg

Bolletta di luce e gas finalmente in una sola pagina: ecco come sarà

[7 marzo 2014]

I prossimi anni saranno decisivi per riformare il mercato dell’energia in Italia. L’Aeeg (l’Autorità dell’energia elettrica e il gas) si è presa un grande impegno e tanto per cominciare ha voluto semplificare la bolletta di luce e gas con una nuova formula 2.0 in una sola pagina. Sarà più facile dunque capire quanto costano effettivamente le tariffe di Enel o degli altri operatori e distinguere bene il prezzo dell’energia e i vari oneri aggiuntivi. Il Corriere della Sera ha diffuso le immagini delle future bollette energetiche: come saranno?

La priorità secondo l’Aeeg è semplificare e ottimizzare: la nuova bolletta di luce e gas sarà quindi più “leggera” e i sette o otto foglio tradizionalmente inviati alle famiglie saranno sostituiti da una singola pagina con tutte le informazioni necessarie. Se vogliamo cambiare operatore sfruttando un’offerta di Acea Energia, Edison o A2A, per fare degli esempi, sarà inoltre più semplice perché nella bolletta saranno contenuti tutti i dati utili per effettuare il passaggio.

Le famiglie e le imprese hanno il diritto di capire precisamente quali sono i propri consumi e quanto costano nello specifico. Con la nuova bolletta di luce e gas questo sarà possibile e più facile perché tutte le cifre e i dati utili saranno schematizzati in chiare tabelle in un’apposita sezione del documento. Inoltre, a rappresentazione visiva dei costi compresi nella tariffa verrà incluso un grafico a torta suddiviso con tutte le voci di spesa.

La trasparenza delle bollette è sicuramente il tema più importante su cui lavorare, ma l’Aeeg promette cambiamenti anche direttamente sul calcolo delle tariffe. Ad esempio verrà finalmente modificato il sistema di tariffazione per i servizi di rete che è in vigore da quasi 50 anni. L’obiettivo è di alleggerire i cosiddetti “oneri di sistema” e introdurre nuovi programmi di incentivazione per le fonti rinnovabili e per la diffusione di tecnologie per l’efficienza energetica, come ad esempio le pompe di calore.

Il presidente dell’Aeeg Guido Bortoni ha commentato con soddisfazione il lavoro fatto fino ad adesso: «Quando ci siamo insediati – ha dichiarato – abbiamo deciso di aprire una stagione di grandi e piccole riforme. Le maggiori, come quella gas, fanno parlare molto di sé, ma anche le tante piccole fanno il rumore di una foresta che cresce». Da circa un anno, infatti, il prezzo del gas è stato sganciato da quello del petrolio e le tariffe sono scese dell’8% nel 2013.

Le nuove bollette per la luce e il gas saranno sicuramente uno dei provvedimenti più visibili per le famiglie e le imprese. Nel prossimo futuro, però, i consumatori potranno godere anche di interventi mirati per la sostituzione dei propri contatori del gas e dell’energia elettrica. L’obiettivo dell’Aeeg in questo senso è di installare un contatore “superintelligente”, ovvero un apparecchio in grado di calcolare i consumi di elettricità (anche con sistema multiorario), il gas e anche l’acqua, il cui servizio è stato recentemente assorbito dall’Autorità per l’energia.

Per concludere segnaliamo che la modifica della bolletta riguarderà in principio solo il servizio di maggior tutela, ma si allargherà presto anche ai soggetti attivi sul libero mercato. «Iniziamo la semplificazione dai servizi di maggior tutela ma è ovvio che anche il mercato libero non potrà ignorare questa nuova prassi» ha voluto specificare il presidente Bortoni.

Bruno Grande