100 studenti ripuliscono il Parco Ombrone di Grosseto. Raccolti 70 sacchi di rifiuti

La 24esima edizione della campagna di Legambiente in collaborazione con il Comune di Grosseto

[2 dicembre 2016]

E’ stata una giornata di pulizia ma anche di sensibilizzazione sul rischio idrogeologico quella organizzata a Grosseto da Legambiente e Comune: la 24esima edizione di Puliamo il mondo, la più grande iniziativa di volontariato ambientale di Legambiente, si è svolta al Parco Ombrone di Grosseto, dove circa 100 studenti tra scuola primaria di via Mascagni, media Dante Alighieri e liceo Chelli, hanno ripulito il parco cittadino dai rifiuti, partecipando poi a percorsi didattici sul rischio idrogeologico ripercorrendo anche tramite monumenti e racconti l’alluvione del ’66.

Infatti,lLa mattinata è cominciata con un trekking urbano da piazza De Maria, proprio sotto alle lapidi che ricordano le alluvioni, per poi arrivare con gli studenti al Parco Ombrone. Dopo una breve spiegazione su come valorizzare e curare gli spazi verdi cittadini, i ragazzi si sono infilati i guanti e hanno cominciato l’attività di pulizia. Tra i rifiuti raccolti bottiglie in vetro e plastica, tappi, cartacce, indumenti, mozziconi di sigarette e, addirittura, una lavatrice.

Angelo Gentili, della segreteria nazionale di Legambiente, sottolinea che «La partecipazione attiva degli studenti e dei cittadini, la raccolta differenziata spinta e uno stile di vita ecosostenibile sono i punti di forza della campagna Puliamo il mondo. Quest’anno oltre a sensibilizzare gli studenti sul tema dei rifiuti e della raccolta differenziata vogliamo ricordare anche, a cinquant’anni dall’alluvione che ha colpito Grosseto, l’importanza della prevenzione del rischio idrogeologico. È importante, infatti, conoscere il passato per evitare di ripetere gli stessi errori in futuro, partendo da una corretta gestione dei rifiuti per salvaguardare l’ambiente».

Simona Petrucci, assessore all’ambiente del Comune di Grosseto, conclude: «Le iniziative di educazione ambientale, soprattutto quando rivolte ai bambini e ai ragazzi, sono occasioni di crescita a cui questa amministrazione comunale aderisce con grande piacere e profonda convinzione. Ogni giornata dedicata a portare i giovani nella natura e a insegnare loro il rispetto  per l’ambiente è una giornata spesa bene per il presente e per il futuro. Un plauso, quindi a chi come Legambiente è impegnato da decenni su queste tematiche; un impegno da parte del Comune a esserci sempre e sempre di più con gli esempi, prima ancora che con le lezioni, e poi anche con la promozione e la condivisione di progetti e iniziative insieme ai ragazzi».