I gatti maschi preferiscono la sinistra, le femmine la destra

Uno studio che potrebbe aiutare i padroni dei gatti rivelando molto sullo stress dei loro animali

[24 gennaio 2018]

I gatti sono “ambidestri” ma un team di ricercatori Queen’s University di Belfast ha scoperto che le gatte hanno molte più probabilità di usare la zampa destra rispetto ai maschi. Lo studio “Lateralization of spontaneous behaviours in the domestic cat, Felis silvestris” pubblicato su Animal Behaviour  da Louise McDowell, Deborah Wells e Hepper della School of Psychology della Queen’s, si basa sull’osservazione di 44 gatti (proprio come nella famosa canzone dello Zecchino d’Oro) e ne è venuto fuori  che, sebbene non si sia potuto verificare una preferenza generale nell’intera popolazione felina come negli esseri umani – divisi in mancini, destrimani e ambidestri – esiste una preferenza di genere. 

Il team della McDowell, ricorda che «Fino ad ora, gli studi sulla preferenza degli arti degli animali si erano concentrati esclusivamente su sfide sperimentali forzate», invece nello studio nordirlandese i gatti – 24 maschi e 20 femmine, tutti castrati e sterilizzate – sono stati studiati nelle loro case, per fare in modo che le informazioni potessero essere raccolte direttamente dai loro padroni mentre erano intenti alle loro attività  quotidiane. I proprietari dei gatti hanno raccolto dati “spontanei” su quali zampe i gatti usassero, la destra o la sinistra, quando iniziavano a scendere le scale o per toccare gli oggetti, oppure se preferivano dormire sul lato sinistro o destro del corpo. È stato effettuato anche un test “forzato” nel quale  i gatti dovevano raggiungere il cibo all’interno di una torre di alimentazione a tre livelli.

I ricercatori dicono che «La maggior parte dei gatti mostrava una preferenza per una zampa per raggiungere il cibo (73%), per fare il primo passo (70%) e per fare un passo indietro (66%) e la loro preferenza per la zampa destra e sinistra era coerente per la maggior parte dei compiti, sia spontanei che forzati . In tutti i casi, i gatti maschi mostravano una preferenza significativa per l’uso della zampa sinistra, mentre le femmine erano più inclini a usare la zampa destra. Tuttavia, quando dormivano i gatti non sembravano avere una preferenza laterale».

La Wells sottolinea: «Anche se sono necessarie ulteriori ricerche per indagare sul motivo per cui esiste una preferenza di genere, potrebbe essere dovuta agli ormoni, I risultati indicano sempre più fortemente le differenze di fondo nell’architettura neurale di animali maschi e femmine».

La ricercatrice della Queen’s University spiega anche che i  risultati potrebbero aiutare i proprietari di gatti a capire se il loro animale domestico sia stressato: «Oltre la semplice curiosità, potrebbe esserci un vantaggio  nel conoscere le preferenze motorie del proprio animale domestico. Alcuni suggeriscono che la preferenza degli  arti potrebbe essere un utile indicatore di vulnerabilità allo stress. Gli animali ambilaterali senza preferenza per una parte o l’altra, e quelli che sono più inclini alla dominanza degli arti sinistri, per esempio, sembrano più volubili e suscettibili ad avere uno scarso benessere di quelli che hanno una preferenza più marcata per le zampe destre. Per esempio, abbiamo appena scoperto che i cani che tengono la coda sinistra sono in prospettiva più pessimisti rispetto ai cani con la coda destra. Dal punto di vista del proprietario di un animale domestico, potrebbe essere utile sapere se in un animale è predominante la sinistra o la destra, in quanto potrebbe aiutarlo a valutare quanto vulnerabile sia l’individuo in situazioni stressanti».