Via e Vas, dal ministero dell’Ambiente i nuovi indirizzi metodologici

[22 gennaio 2016]

legge

Con decreto pubblicato sulla Gazzetta ufficiale di ieri, il ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare ha stabilito gli indirizzi metodologici dei provvedimenti di valutazione ambientale, criteri uniformi e omogenei per la predisposizione dei quadri prescrittivi.

Vista la particolare rilevanza e complessità degli argomenti oggetto dei provvedimenti di valutazione ambientale gli “indirizzi”sono finalizzati a uniformare i contenuti dei quadri prescrittivi nell’ambito dei pareri espressi. Tanto che sono strumenti a disposizione della Commissione tecnica per la verifica dell’impatto ambientale Via e Vas, della Direzione generale per le autorizzazioni e le valutazioni ambientali del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del  mare, della Direzione generale belle arti e paesaggio e della Direzione generale  archeologia del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo un atto di indirizzo.

Allo stesso tempo gli “indirizzi” forniscono ai soggetti  proponenti l’opera o l’intervento un quadro di riferimento certo ed esplicito per l’attuazione delle prescrizioni dei provvedimenti di valutazione dell’impatto ambientale.

Con tale provvedimento il legislatore, infatti, intende garantire la massima chiarezza ed esaustività delle prescrizioni contenute nei provvedimenti di valutazione ambientale di competenza statale anche al fine di superare le principali criticità riscontrate nella fase di attuazione del proponente e nella fase di verifica dell’ottemperanza delle prescrizioni da parte dell’ente di controllo.

Cerca di farlo individuando i contenuti minimi delle prescrizioni per una corretta interpretazione delle stesse; individuando chiaramente e univocamente le azioni da svolgere e le relative modalità di attuazione della prescrizione stessa; definendo tempistiche puntuali per l’attuazione delle diverse fasi di realizzazione dei progetti, tenuto conto anche della natura, complessità, ubicazione e delle dimensioni del progetto proposto.

La Via e la Vas, pur avendo oggetti diversi –  la Vas riguarda la pianificazione anche urbanistica la Via riguarda i singoli progetti – sono due valutazioni ambientali che hanno la stessa finalità. Esse cercano di assicurare che l’attività antropica sia compatibile con le condizioni per uno sviluppo sostenibile.